Lanciano, violentò una bambina: 85enne condannato a 5 anni di reclusione

L'anziano, secondo l'accusa, avrebbe abusato di una bimba di 10 anni dopo averla adescata per strada con una banale scusa, mentre passeggiava con il suo cane. La violenza contestata risale al 2014 e a denunciare il fatto sono stati i genitori della minore, dopo aver raccolto la rivelazione della figlia. Il pm aveva chiesto una condanna a 8 anni, ma

da , il

    Lanciano, violentò una bambina: 85enne condannato a 5 anni di reclusione

    Un 85enne di Lanciano condannato a 5 anni per abusi su una bambina di 10 anni: lo ha stabilito il tribunale dopo un’inchiesta partita dalla denuncia dei genitori della minore. I fatti risalgono al luglio 2014, quando la piccola era stata adescata con una scusa e violentata. Secondo l’accusa fu proprio questa la dinamica con cui l’anziano avrebbe compiuto l’abuso, che la stessa minore aveva poi raccontato al papà e alla mamma. Il pm aveva chiesto una pena di 8 anni.

    Violentata a 10 anni: lui condannato a 5

    Il pm Andrea Papalia aveva chiesto una condanna a 8 anni, ma il Tribunale collegiale di Lanciano, presieduto da Andrea Belli, ha stabilito una pena a 5 anni di reclusione. La violenza contestata all’85enne risale al 5 luglio 2014, quando la minore e l’anziano si sarebbero incontrati per strada nel quartiere dove entrambi risiedono, lui l’avrebbe adescata con una banale scusa e avrebbe abusato di lei.

    Disposte anche alcune pene accessorie

    Al termine del dibattimento, la parte civile ha chiesto un risarcimento di 200mila euro. Il danno, come disposto dalla decisione del collegio, verrà liquidato in separata sede, con un provvisionale di 10mila euro per la bimba e 5mila per ciascuno dei genitori, che ha immediata esecutività.

    I giudici hanno anche disposto pene accessorie tra cui l’interdizione perpetua dai pubblici uffici e da qualunque incarico in strutture pubbliche o private frequentate da minori.