La sindrome del rientro, come evitarla?

da , il

    Le vacanze sono finite quasi per tutti e la sindrome del rientro è in agguato, già solo l’idea di tornare in ufficio, di stare gomito a gomito con i colleghi, di non avere il tempo di dedicare a voi stesse vi fa arrivare il morale sottoterra? Non ci sono cure per questo tipo di sindrome ma c’è sempre qualche trucchetto che si può adottare per arrivare a lavoro e agli impegni quotidiani al meglio!

    In vacanza tendiamo un pò a lasciarci andare, mangiare di più, bere di più, si fanno le ore piccole e si dorme fino a tardi, tutto questo provoca un malessere reale al rietro ai normali ritmi, il 10/15% delle persone si sente davvero male con violenti mal di testa, stanchezza, mal di stomaco, difficoltà di concentrazione, ansia e stordimento, insomma oltre alla mente anche il corpo non ne vuole sapere di collaborare!

    Per fare in modo che il rientro non sia più traumatico dello stretto necessario ecco cosa potreste fare:

    • Negli ultimi giorni di vacanza andate a letto un pò prima (non alle 4 del mattino!) e svegliatevi ad un orario decente, mangiate sano, fate un’abbondante colazione e non esagerate con alcolici e sigarette.
    • Tornate dalle vacanze almeno due giorni prima di rientrare in ufficio, così non arriverete alle 8 del mattino stanche morte e assonnate, inoltre avrete il tempo di rendervi conto che siete tornate nella vita reale, con spesa da fare, bagno da pulire, frigo da riempire ecc.
    • Rientrate nei vostri ritmi in modo graduale così non vi sentirete sopraffatte dagli impegni!

    Foto da:

    www.dontworrygethealthy.com mylifedirection.com workplacewellnessgb.com

    Dolcetto o scherzetto?