NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

La pillola abortiva RU486 arriva in Italia

La pillola abortiva RU486 arriva in Italia
da in Aborto, Gravidanza, In Evidenza, Mamma, cure mediche
Ultimo aggiornamento:

    La pillola abortiva RU486 è arrivata anche in Italia, tra dubbi, consensi e pesanti critiche da parte della chiesa, la pillola sbarca anche da noi. D’ora in poi per abortire non sarà più necessario l’intervento chirurgico ma basterà prendere questo farmaco. Questa pillola senza dubbio riduce i traumi di una interruzione di gravidanza, ma spero e mi auguro che non faccia diventare l’aborto una “cosa normale“.

    La pillola abortiva RU486 è già in commercio in quasi tutta Europa, da noi il via non era ancora stato dato ma la sera del 30 luglio 2009 c’è stata la votazione del Consiglio di Amministrazione dell’Aifa che ha autorizzato, a maggioranza (quattro contro uno) l’immissione in commercio del farmaco mifepristone (Mifegyne).

    La pillola abortiva è costituita da mifepristone, uno steroide sintetico che è un’antagonista verso i ricettori del progesterone che provoca l’interruzione della gravidanza. La pillola in Italia può essere assunta entro le prime 7 settimane, mentre negli altri paesi entro le prime 9, la scelta a fissare il limite dei 49 giorni è perchè nelle due settimane successive si sono riscontrate la maggior parte delle complicazioni.

    La RU486 viene data solo previo ricovero ospedaliero, in modo da poter monitorare l’effettiva interruzione della gravidanza e gli eventuali effetti collaterali.

    Questa pillola è un potente farmaco che tra gli effetti collaterali comprende emorragie, infezioni ed eventi fatali, sicuramente è un modo per aiutare la donna a vivere l’interruzione di gravidanza in modo meno traumatico possibile, quindi senza l’intervento chirurgico, il raschiamento ecc.

    Il fatto che renda l’aborto meno traumatico non vuol dire che l’aborto in se non lo sia, non è una ulteriore scappatoia al restare incinta e questo deve essere chiaro.

    A differenza della pillola del giorno che può essere assunta a 72 ore dal rapporto a rischio e che viene presa in misura preventiva, la pillola abortiva è un aborto a tutti gli effetti, una vita che sta crescendo che noi decidiamo di spegnere.

    Ogni donna deve essere libera di scegliere senza essere giudicata da nessuno, nè dalla chiesa, nè dalla vicina di casa, secondo me la cosa importante è stare attente prima, per vivere un eventuale aborto nel modo meno brutto possibile.

    Foto da:
    www.tantasalute.it
    www.bioblog.it
    www.blogmamma.it

    439

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AbortoGravidanzaIn EvidenzaMammacure mediche
    PIÙ POPOLARI