Punto su di te: la nuova campagna shock contro i pregiudizi di genere [VIDEO]

Punto su di te: la nuova campagna shock contro i pregiudizi di genere [VIDEO]
da in Cronaca, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:
    Punto su di te: basta pregiudizi!

    “Punto su di te”, questo il nome della nuova campagna di Pubblicità Progresso contro i pregiudizi sulle donne, un’iniziativa che sbarcherà a gennaio presso le fermate degli autobus di tutta Italia, ma che ha già iniziato a far parlare di sé, suscitando scalpore e polemiche.

    Nel mondo contemporaneo gli spettatori passivi non esistono più, a differenza di un tempo il pubblico interagisce in prima persona nella creazione di programmi di intrattenimento e nelle performance artistiche. “Punto su di te”, la nuova campagna pubblicitaria contro la discriminazione sessista, punta proprio su questa nuova dinamica interattiva. In varie città italiane sono stati diffusi manifesti con immagini femminili e frasi incompiute, allo scopo di testare quanto forti siano ancora i pregiudizi sulle donne. I passanti sono stati invitati, più o meno consciamente, a completare i messaggi pronunciati dalle ragazze ritratte sui manifesti, del genere “dopo gli studi mi piacerebbe…”, “vorrei che mio marito…”. Il quadro che ne è scaturito è impietoso e desolante, sono infatti bastate poche ore affinchè i fumetti si riempissero di oscenità e insulti gratuiti, d’altronde nel 2013 i casi di violenza sulle donne non sono affatto diminuiti .

    I manifesti saranno visibili presso le fermate degli autobus di tutta Italia a partire da gennaio, gli insulti saranno oscurati dal logo della campagna e compariranno gli indirizzi web per approfondire la tematica e mettersi in contatto con associazioni che lottano contro la discriminazione femminile. Ma accanto alle opinioni favorevoli, ci sono anche le voci contrarie, come quella della semiologa Giovanna Cosenza, che ha stigmatizzato la campagna definendola un “ennesimo rituale di degradazione delle donne”.

    306

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaViolenza sulle donne Ultimo aggiornamento: Mercoledì 08/01/2014 10:02
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI