La concezione della donna oggi secondo l’Islam

La concezione della donna oggi secondo l’Islam
da in Cronaca
Ultimo aggiornamento:

    Al amira

    Qual è la concezione della donna oggi secondo l’Islam? Storia e cultura del mondo musulmano dimostrano quanto, per lungo tempo, sia sopravvissuto un atteggiamento conservatore che obbligava la donna a rispettare rigide regole di convivenza sociale. Invece, oggi, sono numerosi i paesi che mostrano un atteggiamento di grande apertura. Il Michigan Institute for Social Research dell’Università del Michigan, ha condotto uno studio per chiarire la condizione della donna moderna. Si è focalizzato in maniera particolare su sette paesi nei quali la popolazione musulmana è prevalente. Si tratta di Tunisia, Egitto, Iraq, Libano, Pakistan, Arabia Saudita e Turchia.

    Lo studio è stato effettuato prendendo in esame un campione di circa 3000 persone, piuttosto eterogeneo tra uomini e donne, che è stato chiamato a rispondere ad alcune domande. Le interviste si sono spalmate su un arco temporale di quasi due anni, dall’inizio del 2011 all’estate 2013. E sono intervenute, pertanto, appena dopo la scoppio della Rivoluzione tunisina del 2010, quando Mohamed Bouazizi si diede fuoco per protesta.

    Sulla legittimità del legame poligamico gli intervistati si sono detti in disaccordo, manifestando la propria contrarietà sulla possibilità che un uomo possa avere più di una donna, come accade in Occidente dove è punito come reato. Tuttavia, sul rapporto marito – moglie, la popolazione musulmana si mostra più conservatrice, considerando perentoria l’obbedienza della seconda all’uomo.

    IL 2014: L’ANNO DELLE IMPRENDITRICI SECONDO FORBES
    Le donne sono considerate nel mondo musulmano adatte ad assumere il ruolo del comando. Pur se ancora lontani nelle possibilità che fattivamente vengono lasciate alle donne, l’Oriente e l’Occidente, come dimostrato dalla recente ricerca di Forbes, si mostrano in realtà sempre più vicini, consapevoli della grande attitudine alla leadership da parte del sesso femminile. Inoltre, l’ atteggiamento liberale, investe anche il tema del rapporto tra donne e politica.

    Il mondo musulmano si mostra, infatti, incline al riconoscimento del diritto femminile a intraprendere questo tipo di carriera.

    Anche nel campo dell’istruzione, le differenze di genere assumono poca importanza presso la popolazione musulmana, con qualche istanza conservatrice più accentuata in Arabia Saudita. Per quanto riguarda l’abbigliamento, la maggioranza degli intervistati si è detto favorevole all’al-amira, il velo che lascia scoperto il viso e nasconde i capelli. Meno voti per il burqa, il niqab e lo chador che nascondono maggiormente la donna. Più contrarietà per i capelli al vento, un abbigliamento vicino al look occidentale.

    470

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cronaca Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16/04/2014 16:15
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI