La bellezza non scade: la nuova campagna American Apparel [FOTO]

La bellezza non scade: la nuova campagna American Apparel [FOTO]
da in Abbigliamento, Intimo, Moda
Ultimo aggiornamento:

    La bellezza non scade: la nuova campagna American Apparel. Il noto marchio di abbigliamento di Los Angeles, spesso criticato per le campagne pubblicitarie che mettevano la lingerie addosso a ragazze giovanissime, adesso cambia rotta. E lo fa con una modella che ha raggiunto la splendida età di 62 anni. Un bel cambiamento per l’azienda dall’esperienza trentennale nel campo della moda, da sempre associata ai vestitini sexy. Per la protagonista, posare alla sua età per un marchio così famoso è stata un’esperienza molto stimolante; per il pubblico, è stata una mossa vincente.

    Modella un po’ per caso, Jacky O’Shaughnessy, appare nella nuova campagna pubblicitaria di American Apparel con un fisico slanciato e lunghi capelli grigi. Le sue foto sono state pubblicate dall’azienda su Facebook e Instagram con lo slogan “La bellezza non scade“. Ha raccolto immediatamente commenti entusiastici e allo stesso tempo destato grande clamore.

    In realtà non è la prima volta che Jacky posa per i fotografi di American Apparel. Già nel 2011 era diventata testimonial della casa di moda dopo essere stata notata in un ristorante di New York. A colpire il direttore artistico era stata la sua eleganza, definita naturale e spontanea. Gli scatti della prima campagna pubblicitaria la ritraevano con indosso capi d’abbigliamento sportivo; la nuova la sveste, mostrandola al pubblico con indumenti intimi.

    La nuova campagna promozionale American Apparel risponde agli scandali che da tempo accompagnano il brand, a partire da quelli sessuali del suo fondatore Dov Charney.

    In passato, il marchio scelse come testimonial una pornostar, Sasha Grey, e questa trovata non fu accolta favorevolmente dall’opinione pubblica. Così come l’utilizzo dei manichini che ritraevano dettagliatamente il corpo femminile, con i peli pubici in vista, oppure le donne in bikini che lavavano il tetto di una fabbrica di Los Angeles. Uno stile piuttosto lontano da quello sobrio del brand Intimissimi, confermato anche per la campagna della collezione 2014, e dalle più recenti proposte del catalogo underwear Triumph.

    L’ultima campagna pubblicitaria si preannuncia, anche stavolta, provocatoria. In senso inverso però. C’è da chiedersi se questo atteggiamento, decisamente in controtendenza rispetto al passato di American Apparel, sia destinato a rappresentare un nuovo modo di intendere la moda da parte del brand, oppure, sia solo un’altra trovata pubblicitaria!

    482

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AbbigliamentoIntimoModa Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26/02/2014 15:05
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI