Natale 2016

La Barbie con smagliature e cicatrici di Nickolay Lamm [FOTO]

La Barbie con smagliature e cicatrici di Nickolay Lamm [FOTO]
da in Pour Fun, Tempo Libero
Ultimo aggiornamento:

    La Barbie con smagliature e cicatrici di Nickolay Lamm. Al bando corpi perfetti, volti angelici, gambe lunghissime, le Barbie del designer di Pittsburg Nickolay Lamm stravolgono i canoni dell’estetica tradizionale. A dimostrazione che si può essere belle entro i limiti della cosiddetta normalità. Le sue “Lammily”, personalizzabili con appositi stickers, dalle smagliature alle lentiggini, dalle bende alle cicatrici, hanno le misure reali delle 19enni statunitensi. A guardarle così, le loro imperfezioni non fanno che accrescerne l’acerbo fascino.

    Che il modello proposto dalla Mattel fosse discutibile è ormai risaputo, ci voleva però il genio di Nickolay Lamm per dare vita a una Barbie altrettanto graziosa ma decisamente meno idealizzata. “Lammily”, la nuova Barbie con fattezze simili al reale, si distingue per le sue rotondità, ispirate alle misure medie delle 19enni statunitensi. Non solo, Lamm ha creato adesivi a forma di cellulite, brufoli, nei, lentiggini, applicabili sul modello base per raggiungere un risultato ancor più realistico.

    Il messaggio dell’artista è fin troppo esplicito: “La realtà può essere bella!”. Finalmente le adolescenti potranno divertirsi con Barbie a loro immagine e somiglianza.

    GUARDA LE BARBIE VESTITE COME LA MADONNA DEGLI ARTISTI POOL&MARIANELA

    Lammily è più bassa del modello originale, è alta 28 cm, anziché sfoggiare una chioma platinata, ha modesti capelli castani e non possiede più un irraggiungibile vitino da vespa. Perché Lammily non riproduce più le sembianze di un’algida fotomodella, guarda piuttosto alle forme delle ragazze della porta accanto risultando decisamente più simpatica. A ispirarla le misure medie delle studentesse americane sulla base dei dati del CDC, organismo americano per il controllo e la prevenzione delle malattie.

    Una scelta di certo non casuale perché lo scopo ultimo di Nickolay Lamm è sensibilizzare l’opinione pubblica sul delicato tema della magrezza femminile, come da lui stesso affermato all’Huffington Post statunitense: “Se critichiamo l’esagerata magrezza delle modelle di oggi, dobbiamo essere onesti e riconoscere che anche la celebra bambola di plastica della Mattel potrebbe avere un’influenza negativa sulle ragazze giovani… se c’è anche una piccola possibilità che Barbie nella sua forma attuale possa incidere negativamente sui comportamenti e costruita seguendo delle proporzioni e misure realistiche delle donne invece appaia comunque un valido prodotto, cosa impedisce all’azienda produttrice di dar vita a una bambola che sia non un modello di perfezione impossibile da raggiungere, ma risponda a canoni di bellezza reali?”.

    GUARDA BARBIE AI SUOI 55 ANNI

    456

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Pour FunTempo Libero

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI