Natale 2016

La Barbie calva per le bimbe malate di tumore

La Barbie calva per le bimbe malate di tumore
da in Bambini, Salute E Benessere, Tumore
Ultimo aggiornamento:

    barbie calva

    La Barbie calva è un’iniziativa promossa da due mamme americane che vogliono convincere la Mattel a lanciare sul mercato la versione senza capelli della celebre bambola. Una Barbie del genere potrebbe essere utile per aiutare le bambine affette da tumori, ma anche le figlie di donne affette da tumori, in modo da familiarizzare con la perdita dei capelli che sopraggiunge in seguito alle cure chemioterapiche e che comunque provoca sempre un certo shock, inutile negarlo.

    La Barbie è una bambola simbolo per tutte le bambine del mondo, passano gli anni ma è sempre amatissima da tutte le bimbe. Adesso c’è una nuova iniziativa partita da due mamme americane, Rebecca Sypin e Jane Bingham, che chiedono a gran voce alla Mattel di creare delle Barbie calve in modo da non far sentire diverse le proprie figlie.

    Rebecca Sypin ha una bimba di 12 anni, Kin Inich, che ha perso i capelli combattendo contro la leucemia. Jane Bingham invece ha perso i capelli per curare un linfoma. Due mamme che si trovano su diverse barricate, una malata e l’altra con la figlia ammalata, due donne forti e coraggiose che vogliono aiutare le loro figlie a capire che la perdita dei capelli è solo un momento di passaggio per arrivare alla guarigione.

    Queste cose non sono certo facili da spiegare a dei bambini, una Barbie in questo senso potrebbe aiutarli a capire una cosa tanto complessa, in modo più efficace, con gli strumenti a loro più familiari.

    Rebecca Sypin e Jane Bingham poco prima di Natale hanno creato una pagina Facebook: “Beautiful and Bald barbie! Let’s see if we can get it made” (“Barbie bella e calva! Vediamo se riusciamo a farcela”) che in questo momento conta circa 88.308 fan, me compresa.

    Purtroppo la Mattel non sembra intenzionata a sposare questa nobile causa, la riposta data a Rebecca e Jane è stata che l’azienda non prende in considerazione idee da fonti esterne, adesso che c’è la petizione su Facebook invece la riposta ufficiale è “no comment”. La cosa strana è che qualche tempo fa l’azienda aveva creato una bambola di questo tipo per una bimba di 4 anni senza capelli per colpa della chemioterapia, una edizione unica che le è stata portata direttamente in ospedale.

    Sostenete anche voi questa iniziativa tramite la pagina Facebook, oggi queste donne sono Rebecca e Jane, domani potremmo essere noi, le nostre amiche, sorelle, madri e vicine di casa. Per sconfiggere il cancro anche la nostra forza ha un peso determinante e se per gli adulti ci sono meditazione, yoga, preghiere & Co, per i bimbi potrebbe essere proprio la Barbie a dare un po’ di conforto.

    503

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniSalute E BenessereTumore

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI