“L’uomo che verrà”, la guerra vista dai bambini

“L’uomo che verrà”, la guerra vista dai bambini
da in Attori, Cinema, Film
Ultimo aggiornamento:

    L’uomo che verrà è un film drammatico tutto al femminile, che racconta la tragicità della guerra attraverso gli occhi innocenti e puri di una bambina di otto anni.

    La pellicola è stata girata da Giorgio Diritti del 2009, ed arriverà nelle sale cinematografiche italiane, a partire dal 22 gennaio 2010.

    Sicuramente uno dei tantissimi film incentrati sul tema della memoria, per non dimenticare il dramma della guerra, in particolare della strage di Marzabotto, che sarà raccontata attraverso le parole dei più indifesi, cioè i bambini.

    L’uomo che verrà è un film drammatico e forte, in arrivo nelle sale italiane, tra pochi giorni.

    La storia è ambientata nell’inverno del 1943, e parla di Martina, unica figlia di una povera famiglia di contadini, che ha otto anni e vive alle pendici di Monte Sole.

    Anni prima, la piccola ha perso un fratellino di pochi giorni e da allora ha smesso di parlare, e quando la mamma rimane nuovamente incinta, Martina vive nell’attesa del bambino che nascerà.

    Intanto la guerra si avvicina, mostrando il suo lato più crudele e la vita diventa difficile per la povera famiglia.

    Stretti fra le brigate partigiane del comandante Lupo e l’avanzare dei nazisti, gli abitanti del posto vivono giorni drammatici, che raggiungono il culmine quando le SS scatenano un rastrellamento senza precedenti, che passerà alla storia come la strage di Marzabotto.

    Quasi contemporaneamente il fratellino di Martina, nella notte tra il 28 e il 29 settembre 1944 viene finalmente alla luce.

    277

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttoriCinemaFilm

    Speciale Pasqua

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI