L’amore “vince” anche la depressione. Il segreto è in un ormone

L’amore “vince” anche la depressione. Il segreto è in un ormone
da in Amore, Mente, Salute E Benessere, depressione
Ultimo aggiornamento:

    Amore contro depressione

    Può l’amore essere abbastanza grande da sconfiggere la depressione? Dal punto di vista strettamente scientifico, anzi, chimico, la risposta è sì, è possibile che accada. Nella vita reale, che è sempre molto diversa dai film e dalle storie “consolatorie” a lieto fine, in cui qualunque ostacolo può essere superato da un sentimento forte come l’amore, le cose di solito non sono così semplici. Sarebbe bello pensare che le malattie, del corpo come della mente, possano essere superate e sconfitte solo grazie alla potenza del sentimento amoroso.

    Ma tutti sappiamo che per quanto le persone che ci circondano ci vogliano bene, dal partner ai genitori, agli amici, non sempre questo è sufficiente a farci guarire quando il nostro problema è quel terribile buco nero che è la depressione. Tuttavia, certo può aiutare. In realtà, a dare una mano alla nostra mente sofferente è un ormone, l’ossitocina, anche detto, non a caso, “ormone dell’amore”.

    E’ quello che si attiva quando stabiliamo un contatto fisico con una persona che ci piace, da cui siamo attratti sessualmente o comunque emozionalmente. Gli abbracci, i baci, le carezze, le coccole, oltre al sesso vero e proprio, naturalmente, stimolano la produzione di questo ormone che sarebbe in grado di agire sull’amigdala cerebrale, che svolge un ruolo essenziale nel sovrintendere la nostra vita sociale e quindi “rompere” quel guscio di isolamento e negatività tipici di chi sia depresso.

    A scoprirlo sono stati i ricercatori della School of Medicine presso l’Università della California di San Diego (USA) coordinati dallo psichiatra Kai Mac Donald. “Nell’uomo, l’ossitocina viene rilasciata quando ci si abbraccia o si hanno altre esperienze piacevoli al tatto, e svolge un ruolo nel ciclo di risposta sessuale umana – spiega lo specialista, sottolineando il ruolo di quest’ormone nella comunicazione non verbale ma “tattile” e visiva – Ecco perché l’ossitocina viene a volte chiamato l’ormone dell’amore.


    “Si dice che gli occhi sono lo specchio dell’anima… certamente sono la finestra del cervello emotivo. Sappiamo che la comunicazione a quattr’occhi, che è influenzata dall’ossitocina, è fondamentale per la comunicazione emotiva intima per tutti i tipi di emozioni: amore, paura, fiducia, ansia… “. Tutto questo è molto interessante, ma come si viene a “saldare” con i problemi di chi soffra di depressione? “Un abbraccio o un tocco che provoca un rilascio di questo ormone potrebbe in qualche modo modificare i segnali del cervello.

    Vogliamo vedere se possiamo sfruttare questa risposta per aiutare i pazienti che soffrono di depressione”, concludono i ricercatori, che sono solo alle fasi preliminari della loro ricerca. In buona sostanza, a parte ansiolitici e psicofarmaci, le persone depresse più che di “parlare” dei loro drammi, avrebbero bisogno di essere abbracciate e accarezzate, proprio come i bambini quando sono preda della paura e dello sconforto. Tutto qua? In realtà, sì, è tutto qua, e vi sembra poco?

    555

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AmoreMenteSalute E Benesseredepressione Ultimo aggiornamento: Giovedì 16/02/2012 14:54
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI