Italia verso il divorzio senza giudice

Italia verso il divorzio senza giudice
da in Coppia, Divorzio
Ultimo aggiornamento:

    Divorzio lampo

    Divorzio senza giudice sul modello francese? Potrebbe essere presto una realtà anche in Italia. Almeno stando alle dichiarazioni del Ministro della Giustizia Andrea Orlando, che ha annunciato la novità alla Camera nei giorni scorsi. Il modello è quello francese: la separazione e il divorzio tra i coniugi che vogliono diventare ex dovrebbe avvenire non più con la necessaria presenza del giudice, ma con il solo supporto dei rispettivi avvocati. In questo modo si renderebbe la procedura più veloce e si alleggerirebbero i calendari dei processi civili, attualmente appesantiti da troppa burocrazia e tempi infiniti.

    Il Guardasigilli vorrebbe introdurre, per separazione e divorzio, una procedura di negoziazione assistita dagli avvocati, utile per raggiungere accordi consensuali e conciliativi e per evitare il giudizio davanti al giudice. Una scorciatoia legale che si inserisce in una più ampia riforma del processo civile mirata a sveltirlo e a smaltire anni di arretrati e di lungaggini. La proposta del Ministro potrebbe presto prendere la forma di un decreto legge, ma non senza eccezioni: la presenza del giudice in caso di separazione e divorzio dei coniugi è d’obbligo se ci sono figli minori o portatori di gravi handicap.

    È possibile un divorzio lampo? L’Europa ha detto sì. Quando una storia d’amore finisce spesso ci si trova ad affrontare non solo le conseguenze psicologiche della rottura ma anche noiose lungaggini burocratiche che rendono la trafila del divorzio molto estenuante. L’Unione Europea ha individuato una scorciatoia per ridurre i tempi dell’iter seguito dalle coppie che divorziano. Per alcune coppie che non vedono l’ora di porre fine ad una relazione andata in crisi dopo un tradimento o semplicemente incompatibilità di carattere, la notizia che non serviranno più tre anni per divorziare suona come una buona novella. Nel nostro paese lo scioglimento del matrimonio riguarda molte coppie, anche piuttosto celebri come quella di Silvio Berlusconi e Veronica Lario.

    La legge dell’UE però consente di accorciare i tempi ai partner provenienti da due stati dell’Unione Europea. Il provvedimento comunitario stabilisce che il tribunale italiano incaricato di esaminare la pratica del divorzio, possa applicare la legge prevista dallo Stato straniero da cui proviene l’altro partner.

    Per gli avvocati matrimonialisti italiani il provvedimento europeo approvato nel 2012 potrebbe creare in Italia un importante precedente. Si guarda, quindi, con attenzione alla sentenza. Sta al giudice, infatti, decidere se applicare o meno le normative europee. Questo potrebbe però tradursi per le coppie italo-europee in un ridimensionamento significativo dei tempi, dando la possibilità, forse, di superare in modo meno traumatico la fase di divorzio.

    514

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CoppiaDivorzio Ultimo aggiornamento: Giovedì 24/04/2014 10:46
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI