Natale 2016

Inizia la scuola: spese e consigli per risparmiare

Inizia la scuola: spese e consigli per risparmiare
da in Bambini, Scuola, Shopping, Moda Bimbi
Ultimo aggiornamento:

    ritorno a scuola

    Manca poco all’inizio della scuola, e questi giorni di inizio settembre non sono di preparazione solo per gli alunni che tornano suoi banchi di scuola, ma anche per i genitori, spesso alle prese con le spese di routine che precedono il primo giorno di scuola. Libri, grembiuli, quaderni, penne, matite e molto altro, sono infatti spese non indifferenti che si andranno a sommare ai tradizionali conti mensili. 
Una spesa da non sottovalutare che secondo l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, quest’anno, aumenterà relativamente poco, ovvero entro il 4%.

    In media ogni famiglia spenderà 918 euro tra libri e accessori vari, con un aumento complessivo del 4% rispetto al 2009, ovvero di 36,70 Euro.

    A questa cifra a bambino, va aggiunta poi la spesa effettuata durante l’anno per il ricambio del materiale, acquistando quaderni, album da disegno, penne, matite, colori, accessori nuovi, per i quali si arriva a spendere anche 250-300 euro.

    Nell’acquisto del materiale per la scuola, si può però risparmiare, tenendo presente che ad esempio, un astuccio vuoto costa 9,90 euro, se acquistato in un supermercato o centro commerciale, mentre il prezzo sale a 13,00 euro se acquistato in cartoleria.

    Valutate per bene le offerte presenti nei centri commerciali, muovendovi per tempo, in modo da risparmiare somme considerevoli, e provvedete all’acquisto di accessori piuttosto resistenti e che abbiano un rapporto qualità prezzo vantaggioso.

    Ovviamente nella maggior parte dei casi sono i piccoli a decidere cosa acquistare, innamorandosi di un oggetto piuttosto che di un altro.


    In quei casi, siate sempre voi ad avere l’ultima parola, cercando di responsabilizzare i bambini ad acquisti corretti.

    Se li inviterete a scegliere il prodotto preferito ma ad utilizzare la propria paghetta per acquistarlo, ben presto capiranno che l’astuccio di Barbie infondo non è poi così indispensabile.

    Per i più grandi, il consiglio è invece di darvi da fare nella vendita e nell’acquisto dei libri usati tramite internet, risparmiando moltissimo.

    375

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniScuolaShoppingModa Bimbi

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI