Inghilterra, su Facebook ritrova la sua bici rubata: si vendica rubandola al ladro

Jenni Morton-Humphreys,30 anni, ritrova la sua bici rubata su un sito di annunci online. Contatta il ladro tramite Facebook e con l’aiuto di un gruppo social di ciclisti fissa un appuntamento. E’ all’incontro che attua la sua vendetta: con la scusa di provare la bicicletta si dilegua nel nulla.

da , il

    Inghilterra, su Facebook ritrova la sua bici rubata: si vendica rubandola al ladro

    Si è consumata in Inghilterra, nella cittadina di Bristol la singolare vendetta di una ragazza a cui le era stata rubata la bici. La 30enne Jenni Morton-Humphreys vede online su Facebook l’annuncio della vendita del suo mezzo e contatta il ladro. Fissato l’appuntamento e certa che era proprio la sua bici, con una scusa l’ha provata ed è scappata, lasciando il ladro a bocca aperta.

    La vendetta di Jenni: riprende la sua bici rubata al ladro

    Jenni ha 30 anni, una laurea ad Oxford e si muove spesso per la cittadina inglese di Bristol con la sua affezionata Cube. Di ritorno da un pranzo, nei giorni scorsi ha trovato la catena spezzata e ovviamente la sua bici non c’era più. Si è prima rivolta ad un gruppo Facebook, il Bristol Cycling, una comunità di ciclisti. Tra di loro, un ragazzo ha iniziato a spulciare per la ragazza i tantissimi annunci di vendita online e ha ritrovato l’oggetto. Appurato che era proprio quello il suo sellino, i suoi pedali, il colore, insieme hanno preso un appuntamento con il ladro: alle 9 di mattina all’angolo di Stapleton Road.

    Jenni è andata due ore prima con un suo amico, si sono nascosti in un pub, per osservare il presunto ladro, che nella chat si faceva chiamare Rocksteady. Quando finalmente avviene l’incontro, Jenni può attuare la sua vendetta: con la scusa di voler provare il sellino troppo alto, inizia a pedalare. Lascia in mano del ladro un pacchetto di sigarette e un accendino e inizia a correre più forte che può dileguandosi nel nulla.

    #pensive #bike #roadbike #cycling #cube

    A post shared by Jenni K. Morton-Humphreys (@jenniandteddi) on

    Il ladro indignato: smascherato su Facebook

    Non contento il “ladro di bicilette” ha avuto anche l’ardire di lamentarsi nel gruppo Facebook: “Aveva detto che sarebbe tornata indietro e non è tornata!” e a quel punto è stato smascherato davanti a tutti gli utenti. Uno dei membri del Bristol Cycling gli risponde tra le rime: “Probabilmente a quest’ora è già a casa sua e non mi stupirei visto che si tratta della bici che le è stata rubata ieri. Impara la lezione. Se hai bisogno di soldi facili, mai rubare dalla comunità dei ciclisti”.

    La polizia aveva sconsigliato a Jenni l’appuntamento

    La polizia in un primo momento aveva sconsigliato Jenni di attuare l’imboscata al ladro. La 30enne si era rivolta agli agenti per sicurezza e per farsi accompagnare all’incontro. Le hanno anche detto che era un piano azzardato, pericoloso, ma Jenni ha voluto fare di testa sua e agire in fretta, perché il prezzo richiesto per la bici era basso, allettante, e qualcuno avrebbe potuto rispondere all’annuncio e comprarla prima di lei.

    Il ladruncolo, tale Rocksteady non è stato arrestato, è libero e soprattutto a piedi. La polizia l’ha contattato ma lui ha negato il furto dichiarandosi completamente estraneo ai fatti e di aver comprato la bici al pub la sera prima.

    In compenso Jenni ha di nuovo la sua bici alla quale sono state anche apportate migliorie dallo stesso ladro…una vendetta coi fiocchi!

    Dolcetto o scherzetto?