Incidente in moto per Valentino Rossi: addio al mondiale

Grave incidente in enduro per il fuoriclasse delle due ruote che vede compromessa la corsa al titolo mondiale 2017: la frattura di tibia e perone riportata nella caduta ha costretto i medici a un intervento chirurgico, effettuato nella notte. L'incidente a 10 giorni da Misano, quando ancora il campione di Tavullia sperava di conquistare lo storico decimo titolo della sua carriera.

da , il

    Incidente in moto per Valentino Rossi: addio al mondiale

    Valentino Rossi dice addio al mondiale dopo l’incidente su una moto da enduro avvenuto nel pomeriggio del 31 agosto a Borgo Pace, durante una sessione di allenamento. Nella notte, causa la frattura di tibia e perone, si è reso necessario sottoporre il campione MotoGp a un intervento chirurgico. Sfuma così il sogno del fuoriclasse, a 10 giorni dall’importante circuito di Misano, San Marino, con una classifica che di fatto era ancora aperta all’eventualità di un decimo titolo iridato per “Il Dottore”.

    Valentino Rossi: addio corsa al mondiale MotoGp

    Dovizioso primo a 183 punti, Rossi quarto a 157: su questo assestamento di classifica The Doctor si ferma, giocoforza, dicendo addio a un campionato ancora tutto da giocare. La grave caduta su una moto da enduro ha pregiudicato per sempre il sogno di una nuova, storica vittoria in MotoGp, classe che lo ha reso talento immortale delle due ruote.

    L’episodio costato la frattura di tibia e perone al campione è avvenuto vicino a Urbino, durante un allenamento in compagnia dei ragazzi della Riders Academy. Le lesioni hanno interessato la gamba destra, la stessa oggetto di un importante infortunio nel 2010, al Mugello.

    La famiglia di Valentino Rossi in ospedale da lui

    All’ospedale in cui Rossi è stato ricoverato sono arrivati il fratello, Luca Marini, e la madre, Stefania Palma. Per poter effettuare la radiografia i sanitari devono tagliare lo scarpone da moto. Al suo capezzale anche il dott. Lucidi, il medico che lo ha seguito in passato. Per la doppia frattura e l’intervento subito, l’assenza forzata di Rossi dal Motomondiale sarebbe di almeno 40 giorni, con un bilancio approssimativo di due gare mancate (Misano e Aragon) e con il circuito del Giappone del 15 ottobre a rischio all’orizzonte.

    Via le speranze di tornare a mordere il titolo mondiale, quella decima vittoria che il fuoriclasse di Tavullia continua a inseguire, nonostante la sua “anzianità” sportiva che a 38 anni non gli ha fatto mai perdere lo smalto di un tempo, pur tra alti e bassi del tutto comprensibili a livello agonistico.