In Colombia le donne indicono uno sciopero del sesso per far riparare una strada

In Colombia le donne indicono uno sciopero del sesso per far riparare una strada
da in Cronaca
Ultimo aggiornamento:

    sciopero-del-sesso

    Annunciato in Colombia il cosiddetto “Sex strike”, lo sciopero del sesso, indetto dalle donne del “Movimento delle gambe incrociate”. A scatenare la protesta al femminile è stata una strada dissestata della cittadina di Barbacaos, unica via di comunicazione tra il paesino e il resto del mondo. Incredibile ma vero, qui la buona condizione delle strade è infatti questione di vita o di morte. In seguito ai numerosi incidenti verificatisi a causa del manto stradale, che hanno coinvolto anche sfortunate partorienti, le donne di Barbacaos hanno quindi deciso di ribellarsi, il sesso è bandito sino all’inizio dei lavori di riparazione.

    Questa volta non parliamo di un classico sciopero generale dei lavoratori, ma di una “protesta sessuale” tutta al femminile! E non è nemmeno la prima volta che accade, già nel 2011 le donne di Barbacaos si erano astenute dai piaceri coniugali per più di un mese, la causa era sempre la stessa, lo stato degradato delle vie di comunicazione. Allora i politici non mantennero le promesse, nonostante si fossero impegnati a stanziare 21 milioni per dare avvio ai lavori… che accadrà questa volta? Rubino Quinonez, portavoce dell’iniziativa, ha dichiarato: “ Perché far venire al mondo i bambini, quando non possiamo neanche offrire loro i più elementari diritti? Abbiamo deciso di smettere di fare sesso e di smettere di avere dei figli fino a quando lo Stato non manterrà le sue promesse”. Auguriamoci che finalmente, grazie all’intervento dei media che hanno contribuito a diffondere la notizia a livello internazionale, si possa mettere fine agli incidenti mortali che hanno mietuto vittime anche tra chi non era ancora venuto al mondo.

    In Colombia lo sciopero del sesso è una pratica diffusa da anni.

    Nel 1997 il capo militare del paese si era appellato alle mogli dei guerriglieri e dei signori della droga perchè smettessero di fare sesso e nel 2006 le cittadine di Pereira avevano indetto uno sciopero sessuale per porre fine alle violenze sulle donne, che purtroppo continuano ad essere troppe anche nel 2013. Nelle Filippine, nel 2011, la protesta sessuale ha dato i suoi frutti, risolvendo le rivalità tra diversi clan. Ma lo sciopero del sesso più famoso è quello del movimento pacifista Women of Liberia mass action for peace, con il cui contributo, nel 2003, si mise termine a una lunghissima guerra civile, favorendo l’elezione di Ellen Johnson Sirleaf, la prima donna presidente di uno stato africano. Concludiamo con una riflessione: alle donne non mancano certo altre armi persuasive, non va però dimenticato che in paesi a fragile democrazia a volte può essere utile ricorrere ad espedienti del genere, pur di focalizzare l’attenzione su problematiche sociali altrimenti ignorate.

    519

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cronaca Ultimo aggiornamento: Martedì 29/10/2013 14:34
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI