Il parrucchiere sociale di Parigi, quando la bellezza è un diritto

Il parrucchiere sociale di Parigi, quando la bellezza è un diritto
da in Bellezza, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:

    josephine parrucchiere sociale parigi

    Un salone di parrucchiere “sociale” sta spopolando a Parigi. Di cosa si tratta? Semplicemente di offrire la possibilità a tutte le donne, anche quelle che non potrebbero permettersi un taglio o il colore dal coiffeur, di sentirsi belle. La bellezza è un diritto, come sottolinea la titolare del negozio che dice: “Si tratta di ridare fiducia e dignità a donne che hanno perso entrambe”. Nel quartiere più povero e degradato di Parigi, una donna ha avuto un’idea geniale per aiutare altre donne in difficoltà e per farle sentire un po’ meno sole.

    Il salone di bellezza “Josephine” del 18° arrondissement di Parigi è soprattutto un luogo d’incontro per donne che vivono situazioni difficili: qua possono avere un trattamento di taglio e piega ma anche assistenza sociale e medica a soli 3 euro.

    Il salone è stato inaugurato nell’inverno 2011 ed attualmente ha una lista d’attesa di due mesi e si trova in Rue Charbonnière vicino a Barbès-Rochechouart, dove vivono tantissimi immigrati africani.

    “L’idea mi era venuta tanti anni fa – ha detto Lucia Iraci, che è anche titolare di un lussuoso salone di Parigi, a Saint-Germain-des-Prés – Volevo poter iniziare questa attività, per dare un senso di solidarietà al mio lavoro”. E continua: “Era il 2006 e per un certo periodo avevo deciso di aprire il mio salone di bellezza nel giorno di chiusura. Ogni lunedì, le clienti più in difficoltà venivano nella mia boutique e io offrivo i miei servizi. Ma continuava a girarmi in testa l’idea che non fosse abbastanza. E poi finalmente, l’inverno scorso, la nascita del Salone Josephine”. La violenza sulle donne è un tema, purtroppo, sempre attuale ma, come la make up artist Lauren Luke che ha denunciato la situazione con un video molto particolare, anche Lucia Iraci ha deciso di affrontare il problema in modo decisamente innovativo.

    Grazie all’aiuto degli sponsor come L’Oreal, Meetic e Maybelline, Lucia Iraci ha potuto aprire il suo salone dove aiutare e dare sostengo alle donne. La titolare insiste sul fatto che “la bellezza è un diritto e spesso ce lo dimentichiamo”. Tutte le donne, soprattutto le più sfortunate, meritano di essere belle e di avere l’opportunità di prendersi cura del proprio viso e del proprio corpo.

    Ma nel salone non si va solo per una piega o per i colpi di sole: c’è anche un ginecologo a disposizione, uno psicologo e un dermatologo e possono anche essere fatte simulazioni di colloquio di lavoro, tutti servizi che coinvolgono circa cinquanta volontari.

    Si tratta di un’idea assolutamente geniale: spesso infatti ci si dimentica di quanto sia importante aiutare gli altri. Queste donne, nel salone di bellezza, possono ricevere trattamenti di bellezza ma anche sostegno psicologico: la cosa più importante è che queste donne abbiano la possibilità di trovare un luogo dove ricevere assistenza ma anche dove sentirsi più belle.

    526

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BellezzaViolenza sulle donne Ultimo aggiornamento: Venerdì 06/07/2012 17:15
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI