Il 2014, l’anno delle donne imprenditrici secondo Forbes

Il 2014, l’anno delle donne imprenditrici secondo Forbes
da in Lavoro
Ultimo aggiornamento:

    Portrait of a female executive

    Forbes individua 11 motivi che spiegano perché il 2014 sarà l’anno delle donne imprenditrici. Di fronte all’aumento significativo della percentuale di società a conduzione femminile e alla ripresa degli investimenti, il successo delle donne al comando è indiscutibile. Pitchbook, la società di ricerca che ha realizzato lo studio, calcola un balzo in avanti di circa il 20% per le aziende femminili, rispetto a soli due anni fa. E su questo fronte, gli Stati Uniti si confermano al primo posto, lasciando indietro l’Italia.

    A poca distanza dalla pubblicazione sulla nota rivista americana dell’elenco delle donne under 30 che cambieranno il mondo, Forbes continua a disegnare le linee di sviluppo dell’anno appena iniziato, chiarendo perché il 2014 sarà un anno tinto di rosa.

    Il ruolo di leader è adatto alla donna piuttosto che all’uomo perché il sesso femminile, quando è a capo di una squadra, riesce a mantenerla compatta. Le donne sono rispettate, intuitive e hanno grande attitudine per la logica.

    Le società nelle quali le donne ricoprono i piani alti, hanno una percentuale maggiore di successo.

    Le aziende con maggior numero di donne presentano prestazioni migliori. Qualcuno penserà che i settori di pertinenza del sesso femminile siano solo quelli della cucina, la moda o il trucco. E invece non è così! Le donne hanno ormai acquisito straordinarie competenze nel mondo della tecnologia, di internet, del settore mobile e social media.

    Le donne conoscono i desideri e le richieste del loro sesso. Se si pensa che circa l’80% della spesa è decisa dalle donne, è chiaro che averle a capo di un team aziendale, si traduce in una produzione intelligente, orientata in maniera efficace a rispondere alle esigenze di chi decide per l’acquisto.

    Il numero delle donne investitrici è ancora basso, attestandosi attorno al 22%, tuttavia, confrontato con gli anni precedenti, risulta maggiore di circa il 50% rispetto al 2011.

    Organizzano con frequenza gruppi consultivi allo scopo di risolvere i problemi e discutere sulle nuove sfide.

    Le donne riconoscono l’importanza di parlare in pubblico e propagandare la storia dell’azienda.

    Sono in grado di escogitare sensazionali strategie di networking.

    Le donne di successo sono consapevoli che il loro business deriva in buona parte dalla disponibilità continua all’apprendimento.

    La loro personalità le porta ad essere perfezioniste. Questo conduce ad interpretare la battuta d’arresto dello sviluppo dell’azienda come una sfida, da affrontare con coraggio.

    Le amministrano con oculatezza e dimostrano di saper individuare con saggezza le risorse necessarie a conseguire un obiettivo.

    637

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Lavoro Ultimo aggiornamento: Giovedì 16/01/2014 10:18
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI