Identità Golose 2017, dal 4 al 6 marzo a Milano: programma e chef famosi

da , il

    Identità Golose 2017, dal 4 al 6 marzo a Milano: programma e chef famosi

    “Identità Golose 2017″ (Mi.Co. – Milano Congressi), si terrà a Milano dal 4 al 6 marzo e avrà come tema la libertà di viaggiare, non solo per l’uomo ma anche per i prodotti: attraverso il viaggio, la ‘contaminazione’ del gusto e la sua trasformazione, si esprime uno dei più importanti concetti contemporanei, l’integrazione tra le culture. Un fil rouge che avrà varie declinazioni durante l’evento, a partire da Dossier Dessert, il sipario dedicato alla pasticceria d’autore che si aprirà con un omaggio al Maestro Iginio Massari, per poi proseguire, nel corso dei tre giorni di lavori congressuali, nelle diverse sezioni tematiche dedicate all’indentità di diversi prodotti, dal formaggio alla pasta, dal mare alla montagna. Riflettori puntati sui più importanti chef del momento e 12 giovani, prossimi grandi protagonisti della cucina italiana.

    Identità Golose 2017, il programma

    Un programma particolarmente ricco e interessante con La Scuola di Identità Golose, iniziativa aperta gratuitamente a tutti gli appassionati che desiderano scoprire e conoscere i segreti dei grandi chef partecipando a un programma di 16 lezioni seguite dalla degustazione dei piatti presentati. Il programma del lunedì sarà interamente dedicato a East Lombardy – Regione Europea della

    Gastronomia 2017.

    La tredicesima edizione scatterà il 4 marzo in Sala Auditorium, con la mattina dedicata alla Lombardia che sarà la regione ospite e il pomeriggio dedicato a Dossier Dessert, che proporrà al pubblico i pasticceri da ristorazione in prospettiva internazionale.

    In Sala Blu 1 spazio alla seconda edizione di “Identità di Formaggio” (la mattina) e alla terza di “Identità di Gelato” (il pomeriggio), mentre in Sala Blu 2 andranno in scena le novità di “Identità Naturali”. Seconda edizione di “Identità di Champagne” in Sala Gialla 3, con tre appuntamenti dedicati all’abbinamento dello champagne alle creazioni dei grandi chef.

    Domenica 5 marzo 2017 La forza della libertà: il viaggio, tema che ripercorre il percorso tracciato lo scorso anno da “La forza della libertà”. I grandi chef italiani e stranieri in programma in Sala Auditorium racconteranno la loro libertà di espressione in cucina, frutto dei loro viaggi per il mondo.

    In Sala Blu 1 spazio alla grande giornata di “Identità di Pasta” che vedrà sia chef italiani che stranieri, mentre in Sala Blu 2 andrà in scena la prima edizione de La Nuova Cucina Italiana, che punterà i riflettori su 12 storie di chef destinati a lasciare un segno nella cucina italiana del futuro. Proseguirà “Identità di Champagne” in Sala Gialla 3 con i focus sull’abbinamento champagne-cucina d’autore.

    Lunedì 6 marzo 2017 il programma della Sala Auditorium proseguirà all’insegna de La forza della libertà: il viaggio , con illustri firme della cucina d’autore italiana e internazionale, tra tutti Massimo Bottura, Carlo Cracco, Niko Romito, Palmiro Ocampo, Rodolfo Guzman, Norbert Niederkofler e Angel León.

    In Sala Blu 1 spazio a “Identità di Montagna” (mattina) e “Identità di Mare” (pomeriggio), i grandi conoscitori della biodiversità montana e marina. La Sala Blu 2 focalizzerà l’attenzione sul mondo dei lievitati con un nuovo appuntamento di “Identità di Pizza”. In Sala Gialla 3 gli speciali appuntamenti di “Identità di Champagne”.

    Chef italiani e internazionali dal 4 al 6 marzo a Milano

    Grandi nomi della cucina internazionale si alterneranno durante la tre giorni ideata e curata da Paolo Marchi e Claudio Ceroni. Chef del calibro di Massimo Bottura, Carlo Cracco, Massimiliano Alajmo, Heinz Beck, Enrico Crippa, Niko Romito, Davide Oldani e poi ancora Umberto Bombana da Hong Kong, Paul Pairet da Shanghai – Cina, Palmito Ocampo da Lima – Peru, Rodolfo Guzman da Santiago del Cile e Mariana Müller da San Carlos de Bariloche – Argentina, Kobus Van Der Merwe da Paternoster – Sud Africa, Mark Welker da New York – Stati Uniti.

    Dodici le nazioni rappresentate per 98 lezioni sui tre palchi del congresso e oltre 100 chef relator.

    Tra le iniziative fuori programma di rilievo, l’appuntamento che domenica 5 marzo S.Pellegrino dedica al tema della mentorship. L’ argomento sarà tema di discussione di un talk show dal titolo “Coltivare il talento, storie di successo tra maestri e allievi”, che prevede, fra gli altri, il coinvolgimento di Anthony Genovese (Il Pagliaccio, Roma), chef menthor della terza edizione del talent S.Pellegrino Young Chef 2017.

    Dolcetto o scherzetto?