Natale 2016

I raggi UVA e UVB sono pericolosi per la pelle, ecco perchè

I raggi UVA e UVB sono pericolosi per la pelle, ecco perchè
da in Abbronzatura, Pelle, Salute E Benessere
Ultimo aggiornamento:

    abbronzatura raggi uva uvb

    L’estate è il periodo più atteso dell’anno, non solo per le vacanze ma anche per l’abbronzatura. I raggi del sole ci regalano una seducente tintarella ma non dimentichiamoci degli insidiosi raggi UVA e UVB che, se da un lato permettono l’abbronzatura, dall’altro sono molto nocivi per la nostra salute. Scopriamo insieme cosa sono i raggi UVA e UVB, quali sono le differenze e, soprattutto, come proteggersi.

    I raggi UVB hanno una forte carica energetica e agiscono sugli strati superficiali dell’epidermide, non sono dannosi per i melanomi ma lo sono per le nostre notti estive. I raggi UVB sono i responsabili degli arrossamenti, delle scottature e degli eritemi solari e anche delle ustioni. I raggi UVB stimolano la produzione di melanina, e ci consentono di godere di un’abbronzatura progressiva. Ovviamente non dobbiamo esagerare, la tintarella è bella però va guadagnata con una esposizione intelligente, a piccole dosi e sempre con una buona crema solare protettiva. I raggi UVB sono più potenti ma tutto sommato sono abbastanza clementi verso di noi, lo stesso non si può dire dei raggi UVA che sono meno potenti, ma decisamente più subdoli.

    I raggi UVA colpiscono gli strati profondi del derma e possono causare gravissimi danni, sono i responsabili dell’insorgenza di lesioni tumorali, come i melanomi, queste lesioni si possono sviluppare su dei nei preesistenti oppure nuovi. Inoltre i raggi UVA sono i responsabili dell’invecchiamento precoce della pelle, quindi va benissimo esporsi al sole ma esagerare fa male su tutti i fronti: bellezza, salute di oggi (scottature) e di domani (tumori della pelle).

    La pelle è uno dei organi più resistenti del nostro corpo, è il più esteso ed è la prima barriera contro tutto quello che ci circonda. Nel momento in cui ci ustioniamo al sole dobbiamo capire che la nostra pelle ha già cercato di proteggerci e ci ha anche avvertito (la sensazione di calore) ma noi non l’abbiamo ascoltata. Non vogliamo fare terrorismo psicologico però il sole, il dosi massicce e senza protezioni, fa male e non ci sono giustificazioni. Al mare usate sempre una buona crema protettiva, con un fattore di protezione (SPF) alto e adeguato al tipo di pelle. L’abbronzatura non ci protegge dai raggi UVA (quelli dannosi) quindi applicate la crema tutta la stagione. Evitate di usare gli oli abbronzanti e l’olio Johnson, puntate su una ottima crema protettiva che vi permetterà di abbronzarvi in piena sicurezza.

    520

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AbbronzaturaPelleSalute E Benessere

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI