I film indimenticabili per le bambine degli anni 80: da E.T. a Ritorno al futuro

Gli anni 80 sono un ricordo non troppo lontano per la generazione di quel decennio: alcuni film di fantascienza sono diventati dei cult intramontabili, un invito allegorico a preservare la dimensione del sogno. I millennials forse non li conoscono, ma possiamo scommetterci: da E.T. a Ritorno al futuro, passando per i Gremlins, è impossibile non amarli.

da , il

    I film indimenticabili per le bambine degli anni 80: da E.T. a Ritorno al futuro

    Sono i film indimenticabili per le bambine degli anni 80: da “E.T.” a “Ritorno al futuro”, tante pellicole sono dei veri e propri cult per la generazione cresciuta in quel decennio. I ragazzi di oggi, forse, non li conoscono, ma certamente hanno costituito un’importante appendice delle novità nel cinema dell’epoca. Rivederli, oggi, consente un tuffo nell’intramontabile atmosfera fantasy di allora. E a 35 anni dall’esordio dell’extraterrestre più famoso del cinema, nato dalla geniale intuizione di Spielberg, ricordiamo insieme i film di fantascienza anni 80 più significativi per l’immaginario collettivo. Effetti speciali indimenticabili, anche perché precursori del grande futuro nella cinematografia di quel genere, hanno accompagnato milioni di persone dentro una nuova dimensione del sogno con un posto riservato sulla mitica macchina del tempo DeLorean.

    E.T. L’extra-terrestre: 35 anni fa la svolta di Steven Spielberg

    Il 26 maggio 1982 Cannes ospita una nuova pellicola del regista Steven Spielberg. Sarà la prima apparizione di una pellicola immortale, capace di strizzare l’occhio al grande enigma della vita oltre la Terra.

    Una narrazione fantastica, ricca di effetti speciali, che fonde la visione del mondo dei bambini con quella di un alieno che non si separerà più dalla memoria collettiva. Il film “E.T. L’extra-terrestre” racconta la storia di Elliott, un bimbo che trova un alieno abbandonato dall’astronave madre sul pianeta Terra: tra i due nasce una meravigliosa amicizia, fatta di avventure e segreti, sino al commovente addio. Nonostante non abbia vinto un Oscar, la pellicola è uno dei maggiori successi cinematografici mondiali, in grado di influenzare intere generazioni.

    La storia infinita, storico film di Wolfgang Petersen

    Nel 1984 il cinema si arricchisce di una grandiosa avventura fantasy: “La storia infinita”, con i suoi personaggi tra il mitologico e l’umano, conquista gli spettatori di tutto il mondo. La sapiente regia di Wolfgang Petersen si è ispirata all’omonimo romanzo di Michael Ende. Il cast de “La Storia Infinita” annovera, nella sua prima produzione cinematografica, Noah Hathaway, Barret Oliver e Tami Stronach. Seguiranno “La storia infinita 2” (1990) e “La storia infinita 3” (1994).

    Bastian, il bambino che entra nel fantastico mondo di Fantàsia, vive incredibili storie in bilico sulla sua capacità di reagire al mondo: vittima di bullismo nella vita vera, si trova a essere il salvatore del regno della fantasia (salvando anche se stesso dalle brutture della cattiveria umana) e vola in sella a un essere simile a un morbido e dolce cane, il drago della fortuna Falkor (il famoso Fortunadrago) per combattere il Nulla che minaccia Fantàsia. Una bella parafrasi della vita moderna, sicuramente capace di affascinare e trascinare lo spettatore in un profondo viaggio interiore.

    Gremlins, la versione horror del fantasy

    Il 1984 è un anno gravido di successi cinematografici: “Gremlins”, diretto da Joe Dante, con Spielberg come produttore esecutivo, si consacra come uno dei più grandi classici del fantasy/horror. La miscela tra i due generi è equilibrata e priva di forzature, tanto da vantare il primato nella perfetta riuscita dell’accoppiamento: si tratta di un film con molte sfumature, che in verità ha saputo centrare le paure innate dei più piccoli, inserendosi prepotentemente nel ricordo di tantissimi. Chi non ricorda le regole per non scatenare i piccoli mostri Gremlins? Non esporli alla luce, non farli bagnare, non dargli da mangiare dopo mezzanotte: come una litania, questi 3 comandamenti su cui si fonda la trama entrano nell’immaginario di tanti piccoli spettatori per restarvi impressi per sempre.

    Ghostbusters: gli Acchiappafantasmi di Ivan Reitman conquistano il cinema

    Classe 1984 anche il grandioso “Ghostbusters-Acchiappafantasmi“, del regista Ivan Reitman. Lo storico cast che ha dato vita al più grande film spettrale per bambini è composto da attori del celebre programma tv americano Saturday Night Live. E’ entrato a pieno titolo tra le 28 commedie migliori di sempre negli Usa, poi diventato una serie di successo che ha dato vita anche a una fortunata versione cartoon. Icona indelebile del film è il piccolo fantasma Slimer, fedele compagno dei 4 cacciatori di spettri più famosi del cinema.

    Nella frenetica New York Peter, Ray, Egon e Winston lavorano a risolvere i casi più bizzarri di tutta la città. Hanno un quartier generale che è la ex sede dei Vigili del fuoco, modificano una vecchia ambulanza per renderla adatta alle attività di cattura degli ectoplasmi, che diventa l’indimenticabile Ecto-1. Chi non ricorda la svampita ma talvolta arguta segretaria Janine? Un film assolutamente da vedere e rivedere!

    Ritorno al futuro: il sogno di viaggiare nel tempo

    Il 1985 è un anno storico a tutti gli effetti per quanto concerne il cinema di fantascienza: arriva uno dei film più famosi, visti e amati di tutti i tempi, “Ritorno al futuro“. Un gigantesco Michael J. Fox nel ruolo di protagonista appassionerà grandi e piccini, tutti accomunati da una grande e atavica voglia: viaggiare nel tempo. Diretto da Robert Zemeckis, ha visto la straordinaria interpretazione di Christopher Lloyd nel ruolo dello scienziato. Primo episodio dell’omonima trilogia, è uno dei capolavori del genere fantascientifico in assoluto.

    Marty Mcfly vive con i genitori e i fratelli a Hill Walley. A 17 anni incontra uno scienziato, il famoso Dottor Brown (Doc), che trasforma un’automobile in una macchina del tempo. L’auto, chiamata DeLorean è alimentata a plutonio, e l’improbabile quanto riuscita coppia vivrà incredibili avventure.

    “Strade?! Dove stiamo andando non c’è bisogno di strade”, dice Doc al giovane Marty, aprendo gli occhi di milioni di spettatori a un nuovo, pazzesco concetto della realtà.

    Dolcetto o scherzetto?