Golden Globe 2017, Meryl Streep attacca Donald Trump: il botta e risposta sui social

da , il

    Meryl Streep contro Trump

    Meryl Streep ha ricevuto il premio alla carriera dalla Hollywood Foreign Press Association, che riunisce i giornalisti internazionali che si occupano di cinema e tv, durante la cerimonia dei Golden Globe 2017 a Los Angeles. La celebre e amatissima diva di Hollywood ha tenuto un discorso di ringraziamento molto importante e significativo sul palco dei Golden Globe. Ha affrontato alcuni temi di estrema attualità e ha sferrato un duro attacco al neo presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump perché incita alla violenza. La risposta del numero 1 della Casa Bianca non si è fatta attendere. Il tycoon ha replicato alla star americana con alcuni messaggi condivisi su Twitter.

    Il neo eletto presidente Usa ha attaccato l’attrice statunitense su Twitter, dichiarando che è una delle attrici più sopravvalutate di Hollywood e ha ricordato il pieno sostegno dato da Meryl Streep alla candidata democratica Hillary Clinton durante la campagna per le elezioni presidenziali 2016. Trump ha inoltre smentito di aver imitato un reporter disabile durante un comizio elettorale: “Non ho mai preso in giro nessuno”.

    SCOPRI CHI E’ DONALD TRUMP, IL NUOVO PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI

    Il discorso di Meryl Streep

    Meryl Streep premiata ai Golden Globe 2017
    LaPresse

    Meryl Streep ha criticato l’uomo più potente del pianeta dal palco dei Golden Globe per via dei suoi ripetuti attacchi contro gli stranieri e la stampa. Ha ricordato con la voce rotta dall’emozione un episodio in particolare: quando il tycoon aveva imitato e preso in giro un giornalista disabile del New York Times, che lo aveva criticato durante un comizio elettorale.

    “Il lavoro di un attore è entrare nella vita di persone diverse da noi e farvi vivere ciò che sentono loro – ha spiegato Meryl sul palco dei Golden Globe – ci sono state così tante performance quest’anno che hanno fatto proprio questo, ma ce n’è stata una in particolare che mi ha colpito, ma non in senso buono, ma ha raggiunto il suo scopo: far ridere il pubblico. È stato il momento in cui la persona chiamata a sedersi nel posto più rispettato del nostro Paese ha fatto l’imitazione di un reporter disabile, una persona che non poteva difendersi. Questo mi ha spezzato il cuore e non riesco a non pensarci perché non era in un film – ha proseguito -, ma era vita reale e questo istinto ad umiliare quando viene da qualcuno potente sembra dare il permesso ad altre persone di fare lo stesso. Mancanza di rispetto porta mancanza di rispetto, la violenza genera altra violenza”. La diva americana ha poi chiesto alla Foreign Press di continuare ad andare avanti perché “noi abbiamo bisogno di loro e loro di noi per salvaguardare la verità”.

    LEGGI LE PEGGIORI FRASI DI DONALD TRUMP SULLE DONNE

    Ha poi ricordato l’attrice americana di Star Wars Carrie Fisher, morta il 27 dicembre 2016 all’età di 60 anni in ospedale al Ronald Reagan UCLA Medical Center di Los Angeles. “Come mi disse una volta la mia amica – ha affermato Meryl -, la principessa Leila: Prendi il tuo cuore spezzato, fallo diventare arte”.

    Il bellissimo, lunghissimo ed emozionante discorso di Meryl Streep ha emozionato la platea dei Golden Globe e il pubblico della Rete, e sta facendo rapidamente il giro del mondo e del web.