Ginnastica dopo il parto: l’acquawalk

da , il

    L’acquagym ha raggiunto negli ultimi anni un grande successo ed è praticata anche dalle donne incinta; naturalmente queste ultime seguono corsi appositi, dove i ritmi e gli esercizi sono diversi e più lenti. Sulla scia di questa attività è nata l’acquawalk.

    L’acquagym è un tipo di ginnastica che si esegue in acqua a ritmo di musica. Sono numerose le attività fisiche praticate nelle piscine alla cui base c’è l’acquagym; l’ultima nata è l’acquawalk, “camminare nell’ acqua“.

    Per eseguire l’acquawalk bisogna indossare delle speciali calzature, degli stivali in neoprene, che permettono di rimanere ben ancorate al fondo della piscina e camminare in tutta sicurezza.

    L’acquawalk aiuta a migliorare la circolazione, a combattere la cellulite e il sovrappeso, tonifica i muscoli e aiuta a tenersi in forma.

    Le lezioni di acquawalk durano meno di un’ora e vengono eseguiti diversi esercizi a ritmo di musica.

    Si può praticare anche in gravidanza ma in questo caso non si possono seguire i corsi di gruppo, ma solamente delle lezioni individuali, naturalmente solo nei centri dove questo è possibile. E’ necessario, infatti, che ci sia un esperto che indichi i giusti movimenti che non siano pericolosi per la futura mamma e per il nascituro.

    E durante l’allattamento? L’acquagym aiuta a ritrovare la forma fisica perduta durante la gravidanza e tonifica i muscoli, ma se la mamma allatta al seno deve eseguire esercizi con ritmi più lenti, quindi, al momento dell’iscrizione, dovrà far presente il problema.

    Si può iniziare a praticare un paio di mesi dopo il parto, solo se questo è stato fisiologico e senza problemi.

    Foto:

    www.fitnesschic.it www.sdamy.com www.nuotovicenza.it www.team63.it

    Dolcetto o scherzetto?