Natale 2016

Giappone: studentessa 15enne uccide e decapita l’amica

Giappone: studentessa 15enne uccide e decapita l’amica
da in Cronaca
Ultimo aggiornamento:

    Aiwa Matsuo vittime dell'omicidio

    Giappone: studentessa 15enne uccide e decapita l’amica. La tragedia si è consumata sabato sera a Sasebo. Nella prefettura di Nagasaki, la ragazza avrebbe attacato alle spalle la compagna di classe che le aveva fatto visita nell’appartamento in cui viveva. Sul corpo senza vita di Aiwa Matsuo sono stati trovati i segni di dodici coltellate inferte alla testa. Mancava anche la mano sinistra. La giovane studentessa accusata dell’omicidio, al momento dell’arresto, ha confessato: «Ho fatto tutto da sola».

    Sabato pomeriggio, Aiwa Matsuo ha avvertito i genitori che sarebbe andata a casa di una sua compagna di scuola. Verso le sette di sera, ha inviato un sms per annunciare il suo ritorno ma non ha più fatto rientro. Secondo la polizia, sarebbe stata assassinata dall’amica. La sua morte è stata terribile. Ha ricevuto dieci colpi alla testa con un oggetto affilato e poi è stata strangolata. All’arrivo della polizia giapponese, la situazione è risultata ancora più agghiacciante. Il cadavere della ragazza era stato fatto a pezzi, privo della testa e della mano sinistra. Per decapitarla, l’omicida avrebbe adoperato un coltello da cucina, ritrovato accanto al corpo.

    Il nome della compagna che l’avrebbe uccisa, non è stato divulgato dalla polizia perché minorenne.

    Alcuni amici hanno dichiarato che il suo stato psicologico non era dei migliori. «È una ragazza molto intelligente ma con degli alti e bassi emotivi; è un tipo sincero ma ultimamente aveva mostrato fragilità e instabilità: spesso scoppiava a piangere nel bel mezzo di una discussione». Il direttore della scuola frequentata dalle ragazze ha dichiarato durante una conferenza stampa di non poter affermare che ci fossero attriti fra le due:«Non ho parole, sono molto addolorato, provo tristezza e rabbia».

    Non è la prima volta che la cittadina balza agli onori della cronaca con una tragedia orribile. Dieci anni fa si trattò di una ragazza di 11 anni che si gettò con furia omicida sulla sua compagna di scuola. Tagliò la gola a Satomi Mitarai, di un anno più grande di lei. Per compiere il delitto si servì di un coltellino multiuso. Il delitto si era consumato a scuola, durante la pausa pranzo. Alla polizia spiegò quali erano stati i futili motivi che l’avevano spinta a compiere quel gesto: la 12enne aveva pubblicato su internet dei messaggi che la prendevano in giro sul peso.

    466

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cronaca

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI