Genitori-nonni, pg in Cassazione: Restituite la figlia ai genitori biologici

Il pg in Cassazione ha chiesto che la figlia venga restituita ai genitori biologici: 'Si tratta di una situazione la cui genesi non è legale'. La piccola, nata nel 2010, era stata allontanata dai genitori in seguito ad una denuncia per abbandono di minore e dichiarata adottabile nel 2013, complice l'età avanzata dei genitori. Il Tribunale di Torino aveva poi assolto la coppia e nel 2016 aveva revocato l'adottabilità. L'avvocato della coppia: 'Grande fiducia nella giustizia'

da , il

    Genitori-nonni, pg in Cassazione: Restituite la figlia ai genitori biologici

    Il Pg della Cassazione ha chiesto che la figlia venga restituita ai genitori biologici, una coppia di Monferrato. La piccola, nata nel 2010, era stata tolta ai genitori, la 57 enne Gabriella Carsano e il marito 69enne Luigi Deambrosis perché considerati inadatti a causa dell’età avanzata. Dopo anni di vicende giudiziarie finalmente si è espresso anche il Pg della Cassazione Francesca Ceriani sostenendo che il fatto che la bimba “sia stata adottata non può ottenere tutela perché si tratta di una situazione la cui genesi non è legale”.

    Coppia assolta dall’accusa di abbandono di minore

    La bimba aveva pochi mesi quando il 28 giugno 2010 è stata allontanata dalla mamma e del papà in seguito a una denuncia dei vicini per presunto abbandono in auto. «Una manciata di minuti nel seggiolino, il tempo per riscaldare il latte», aveva cercato di spiegare il genitore. Nel 2013 la Cassazione l’aveva dichiarata adottabile e poco dopo la sentenza d’appello del Tribunale dei minori di Torino aveva assolto la coppia dall’accusa di abbandono di minore.

    Cassazione, cancellata la sentenza di adottabilità

    Da allora sono passati sei anni vissuti per la bimba cambiando famiglie e istituti. Nel giugno 2016 la Cassazione ha cancellato sia la sentenza della Corte d’appello del 2013, che si era pronunciata per l’adottabilità, sia la successiva decisione della Cassazione, che ne aveva confermato l’orientamento. Di fatto se due genitori sono capaci l’età non può essere un ostacolo: solo se particolarmente indegni, come ha confermato la Corte europea dei diritti dell’uomo, si può revocare la patria potestà a qualcuno. “Crediamo sia giunta l’ora che si metta fine al calvario della bimba, che ha trascorso i suoi primi anni tra comunità e genitori adottivi- ha commentato l’avvocato della coppia- I miei assistiti oggi erano emozionati e coraggiosi, hanno grande fiducia nella giustizia”.