Francia, via la croce dalla statua di papa Wojtyla: è polemica

In Francia è scoppiata una polemica a causa della decisione del Consiglio di Stato di rimuovere la croce posta sulla statua di papa Wojtyla, nel borgo di Ploërmel. La ragione è legata ad una legge del 1905 che vieta di esporre simboli religiosi in luoghi pubblici. La Premier polacca:'Trasferitelo in Polonia', mentre sui social spopola l'hashtag#MontreTaCroix, dove fedeli da tutto il mondo postano foto di croci e simboli cattolici

da , il

    Francia, via la croce dalla statua di papa Wojtyla: è polemica

    Il Consiglio di Stato francese ha deciso di far rimuovere una croce da una statua in onore di papa Wojtyla, collocata nella piazza di Ploërmel, un borgo francese della Francia settentrionale. La ragione fa riferimento ad una legge del 1905 che vieta di esporre simboli religiosi in luoghi pubblici. La decisione di rimuovere così un simbolo cristiano dalla statua del papa ha innescato una serie di polemiche, non solo in Francia, stato laico per eccellenza, dove la popolazione ha impugnato l’hashtag #MontreTaCroix , mostra la tua croce, per difendere i simboli religiosi nel paese, ma anche in Polonia, molto legata al ricordo di Giovanni Paolo II.

    Via la croce dalla statua, polemica in Francia

    Si è conclusa dopo più di 10 anni di denunce e ricorsi la vicenda della croce sulla statua di papa Wojtyla, donata alla Francia nel 2006 dall’artista russo Zourab Tsereteli, in ricordo del pontefice morto l’anno prima. In Francia la legge risalente al 1905 sulla separazione tra Stato e Chiesa vieta di apporre simboli religiosi in qualsiasi luogo sociale e soprattutto su qualsiasi monumento pubblico.Tanto è bastato alle autorità francesi per decidere di rimuovere la croce affissa, scatenando l’immediata reazione dei polacchi, che vedono questa manovra come un atto sacrilego e dei fedeli francesi, legatissimi al ricordo del papa.

    In nome della popolazione polacca ha parlato il primo ministro, Beata Szydlo: ”Il governo polacco tenterà di salvare dalla censura il monumento al nostro compatriota e proponiamo di trasferirlo in Polonia, con l’accordo delle autorità francesi e dell’autorità locale”. Ma anche il popolo francese non è d’accordo con la decisione del governo, che andrebbe ad eliminare uno dei simboli di Ploërmel, presente nella piazza da più di 10 anni.

    #MontreTaCroix, la polemica sui social

    Sui social network ha preso il via una campagna per protestare contro l’ingiunzione del Consiglio di Stato: con l’hashtag #MontreTaCroix (mostra la tua croce), decine di persone, da tutto il mondo, hanno postato immagini e fotografie di croci e simboli religiosi presenti sul territorio. Per quanto la laicità dello Stato sia un principio costitutivo della Francia, è altrettanto vero che Karol Wojtyla fu uno dei più importanti capi della Chiesa cristiana e la popolazione francese non ha intenzione di dimenticarlo.