Fiori: come curare le Orchidee

Fiori: come curare le Orchidee
da in Amore, Piante E Fiori, decorazioni, giardino
Ultimo aggiornamento:

    La famiglia delle Orchideacee è vastissima e comprende un’ampia varietà di generi e specie. L’ochidea è un fiore bellissimo e sensuale simbolo del lusso e dell’eleganza, ma molto delicato e bisognoso di cure.

    Le orchidee sono originarie delle zone umide della fascia subtropicale, e posso distinguersi tra piante con radici aeree, semi-aeree, terrestri e semi-acquatiche, ciascuna con un suo habitat ottimale e specifiche esigenze.

    Anche i fiori sono molto diversi e variano per forma, dimensioni, colori e collocazione sulla pianta. Queste piante hanno una bellezza innata e vengono utilizzate per scopi decorativi.

    Nata in memoria di Orchide, l’orchidea incarna la bellezza il fascino e l’armonia. Apprezzata in passato per pozioni e filtri d’amore, oggi, se regalate, è simbolo di passione corrisposta.

    E’ possibile coltivarle in appartamento, dove le condizioni ricordano quelle di una serra, ma bisogna fare attenzione ad alcuni particolari.

    Esistono indicazioni di massima da rispettare, valide per tutti i tipi di orchidee, ma ognuna di queste dovrà rispettare poi specifici accorgimenti relativi alla singola specie.

    L’orchidea non è facile da coltivare, ama ambienti molto luminosi ma non assolati, una temperatura costante e una certa dose di umidità, se è troppa i fiori si macchiano, mentre se è troppo poca ingialliscono.

    E’ bene innaffiare la pianta ogni due o tre giorni e con acqua poco calcarea, senza però esagerare e diminuendo nella stagione fredda, per evitare ristagni. Le specie terrestri necessitano di un terreno drenante, soffice e povero di elementi nutritivi.

    Foto:
    scattieparole
    allposters
    easyart

    301

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AmorePiante E Fioridecorazionigiardino
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI