NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Filastrocche di Natale per bambini, le più belle

Filastrocche di Natale per bambini, le più belle
da in Bambini, Filastrocche, Natale, Tempo Libero
Ultimo aggiornamento:

    filastrocche bambini natale 2011

    Natale ormai è alle porte e se volete far recitare delle filastrocche ai vostri bambini dovete iniziare a ripeterle insieme il prima possibile, soprattutto con i bimbi piccolini che non sanno ancora leggere. Oggi vi propongo delle filastrocche per bambini molto carine e semplici, perfette per i più piccolini, ma anche da fargli copiare sui bigliettini di auguri per i nonni o per le zie più affettuose e amorevoli. Vediamo insieme le filastrocche più carine del Natale 2011.

    Il Natale
    Se il Natale si avvicina
    fai attenzione, mia bambina,
    che ci son dieci nanetti,
    dispettosi e piccoletti.

    Con gli occhioni bene aperti
    ti controllano solerti.
    Riconoscerli potrai
    dai colori che vedrai.

    Babbo Natale viene di notte
    Babbo Natale viene di notte,
    viene in silenzio a mezzanotte.
    Dormono tutti i bimbi buoni
    e nei lettini sognano i doni.

    Babbo Natale vien fra la neve,
    porta i suoi doni là dove deve.

    Non sbaglia certo: conosce i nomi
    di tutti quanti i bimbi buoni.

    Gesù Bambino
    Gesù Bambino
    col tuo ditino
    mettimi un fiore
    nel cuoricino:

    il fiore azzurro
    della bontà
    e benedici
    mamma e papà.

    Fuoco Fuocherello
    Fuoco fuochello
    la fiamma traballa
    il bue è nella stalla
    il bue e l’asinello
    è nato un Bambinello.

    Nasce Gesù
    Campana piccina
    Che attendi lassù
    Intona il tuo canto
    Che nasce Gesù.
    Oh stella, stellina
    Che brilli lassù,
    ravviva il tuo lume
    che passa Gesù.
    O cuore piccino
    Che attendi quaggiù
    Prepara i tuoi doni
    Che nasce Gesù.
    (Luisa Nason)

    Filastrocca del Presepe
    Ci sono i monti laggiù lontano con un castello un poco strano,
    poi le casette sulle colline alcune grandi, altre piccine;
    c’è un laghetto di carta argentata sembra che l’acqua si sia ghiacciata;
    una stradina di ghiaia e farina,
    porta un cesto di frutta la contadina
    porta un agnello un pastore fino alla grotta di Cristo Signore.
    Ecco il presepe, grande o piccolino,
    dà il benvenuto a Gesù Bambino!
    Ecco il presepio preparato: abbiamo messo il muschio per prato,
    c’è un ruscelletto di carta argentata e dei sassolini per far la passeggiata.
    Ci sono le case di cartoncino e tante luci messe vicino
    a illuminare il piccolo borgo
    e poi tante pecore messe attorno.
    E un cantuccio piccolo e buio è del nostro Signore il rifugio

    460

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniFilastroccheNataleTempo Libero