Festival di Sanremo 2017, quarta serata: eliminati a sorpresa Al Bano, D’Alessio, Ferreri e Ron. Lele vince nei Giovani

da , il

    La quarta serata del Festival di Sanremo 2017 vede l’eliminazione di 4 Big e la proclamazione del vincitore tra i Giovani. Nelle Nuove Proposte è l’artista di Amici Lele Esposito a trionfare. Eliminati invece a sorpresa e tra il malcontento del pubblico, i veterani della kermesse canora: Al Bano, dato inizialmente tra i favoriti, Gigi D’Alessio, Giusy Ferreri e Ron. Questi i primi verdetti prima della finale di sabato 11 febbraio.

    I Big adesso sono 16: i 4 eliminati odierni vanno ad aggiungersi a Nesli e Alice Paba e Raige e Giulia Luzi eliminati nel corso della terza serata. La quarta serata ha spaziato dai momenti di musica, alla bellezza e come sempre al quotidiano. Il primo ospite è Gaetano Moscato, sopravvissuto alla strage di Nizza del 14 luglio, quando un Tir lanciato sulla folla uccise 85 persone, provocando centinaia di feriti. Moscato mise in salvo figli e nipoti e fu investito dal Tir che gli amputò la gamba. Moscato, che oggi cammina con una protesi, è arrivato all’Ariston con il nipote Filippo che la sera della strage si è occupato di chiamare i soccorsi per il nonno. Proprio come nella prima serata del Festival, quando sono saliti i Vigili del Fuoco e la Protezione Civile a ricordare il terremoto e Rigopiano, anche questa serata ha visto protagonista un eroe di tutti i giorni.

    Il glamour e la bellezza hanno invece trionfato con Marica Pellegrinelli: la signora Ramazzotti sul palco dell’Ariston prima con un abito mozzafiato di pizzo nero e dopo in verde marino, racconta di aver accantonato la sua carriera per seguire il marito. Conti le chiede cosa rappresenti per lei il festival e lei ricorda quando l’anno scorso il marito Eros è stato sul palco da superospite e lei lo ha accompagnato.

    Nel mezzo della gara dei Big è stata annunciata Antonella Clerici, tornata all’Ariston sette anni dopo il suo festival. La conduttrice e Carlo Conti hanno ricordato i loro vecchi tempi , in particolare quando la Clerici consigliava all’amico di presentare Sanremo e lui rispondeva “aspetta”. Dopo il selfie con Maria De Filippi e Carlo Conti ha presentato Lodovica Comello.

    Le foto di Lele Esposito vincitore di Sanremo Giovani 2017

    Comicità con Crozza e Virginia Raffaele

    Come sempre c’è stata l’incursione di Maurizio Crozza, che nel suo intervento ha preso spunto dalla presunta trattativa di Carlo Conti con Mediaset , smentita dal conduttore. “Carlo e Maria, Maria e Carlo, ormai siete inseparabili: dove va l’uno va l’altra, Maria per amore di Carlo è venuta in Rai, Carlo per amore di Maria… va beh, per ora c’è una trattativa…” ironizza il comico. Amore o no, a parte la comicità, l’affiatamento tra i due conduttori c’è e ormai è collaudato. Anche lo share conferma ancora una volta il successo: 9 milioni 887 mila, pari al 47% di share, gli spettatori che hanno seguito ieri.

    Dopo l’exploit dell’anno scorso, torna sul palco dell’Ariston Virginia Raffaele con le sue imitazioni: ieri è stata una svampita Sandra Milo.

    Il commissario Montalbano canta Vasco

    Altro ospite della serata è stato Luca Zingaretti, l’amatissimo commissario Montalbano nella serie televisiva, che dopo una breve intervista con Carlo Conti, ha cantato il successo di Vasco Vita spericolata, presentatasi a Sanremo nel 1983 e arrivata penultima.

    GUARDA GLI ABITI E I LOOK DELLA QUARTA SERATA SANREMESE

    Omaggio a Giorgio Moroder

    l festival di Sanremo rende omaggio a Giorgio Moroder, tre premi Oscar, leggenda della disco music. Moroder ha ricevuto il premio Città di Sanremo da Linus, che fa parte della giuria di Qualità presieduta proprio da Moroder, a “nome di tutti i dj italiani”, ha detto Conti che ha tenuto a ricordare i suoi inizi di carriera proprio dietro la consolle. La platea sanremese ha ascoltato la super hit “Shed a Light” fatta direttamente dallo youtuber Robin Schulz dj tedesco da due miliardi di visualizzazioni.

    E sempre in tema musicale, dalla platea è arrivato il saluto del maestro Beppe Vessicchio, che quest’anno non era tra i direttori d’orchestra del festival, ma è tra gli ospiti invitato da Conti. Salutando il pubblico ha ammesso che “ovviamente il festival mi manca”.

    Dolcetto o scherzetto?