Festa della mamma: poesie e filastrocche

da , il

    Ancora tre giorni e poi sarà la Festa della Mamma. Se il regalo è già pronto, è ora di pensare al biglietto d’auguri. Acquistato o fatto a mano, non importa: la cosa fondamentale è che la frase d’auguri sia veramente d’effetto! Cosa ne dite di una poesia o di una filastrocca? Le poesie vanno bene se il regalo è fatto da una persona adulta, mentre le filastrocche sono adatte ai biglietti scritti dai bambini. Il biglietto potrà essere un semplice cartoncino colorato piegato a metà, decorato in vari modi, come la fantasia vi suggerisce. Vediamo insieme alcune poesie e alcune filastrocche per la Festa della Mamma.

    Iniziamo dalle poesie.

  • La parola “Mamma

    è nascosta nel cuore

    e sale alle labbra

    nei momenti di dolore e di felicità,

    come il profumo sale dal cuore

    della rosa e si mescola all’aria chiara.

  • Grazie mamma

    perché mi hai dato

    la tenerezza delle tue carezze,

    il bacio della buona notte,

    il tuo sorriso premuroso,

    la dolce tua mano che mi dà sicurezza.

    Hai asciugato in segreto le mie lacrime,

    hai incoraggiato i miei passi,

    hai corretto i miei errori,

    hai protetto il mio cammino,

    hai educato il mio spirito,

    con saggezza e con amore,

    mi hai introdotto alla vita.

    E mentre vegliavi con cura su di me,

    trovavi il tempo

    per i mille lavori di casa.

    Tu non hai mai pensato

    di chiedere un grazie.

    Grazie mamma.

  • Regalarti un sorriso,

    il mio scopo più vivo.

    Regalarti un’emozione,

    la mia gioia più profonda.

    Regalarti un sogno,

    il mio più grande sogno.

    Regalarti il mondo,

    sarebbe sempre il fondo,

    per te, mamma,

    che hai regalato a me la vita.

  • Ed ecco qualche filastrocca.

  • Con le mie mani seppur piccoline,

    tantissime cose io posso fare.

    Le posso battere, le posso guardare

    delle carezze io posso dare.

    E oggi, mamma, che è la tua festa,

    le mie manine ti voglio donare.

    E ora mi metto le mani sul cuore

    Per dimostrarti il mio grande amore.

    E con le mani ti mando un bacino

    Stringimi forte e stammi vicino.

  • Cosa a mammina regalerò

    per la sua festa ancora non so,

    forse un castello; le piacerà?

    un principe no… ha già papà!

  • A scuola ho imparato

    tantissime cose,

    alcune fantastiche

    altre curiose.

    Ma l’amore e la vita

    a chi è alto una spanna,

    li puoi insegnare soltanto tu,

    Mamma!

  • Dolcetto o scherzetto?