Ferrara, partorisce in casa e nasconde il neonato in freezer

Choc a Migliarino, provincia di Ferrara, dove una 40enne si trova ricoverata in gravi condizioni dopo essersi presentata in ospedale con una forte emorragia. Ai medici aveva detto di essere caduta, ma quanto scoperto è sconcertante: ha partorito in casa e ha nascosto il figlio nel congelatore, poi ritrovato dagli inquirenti dopo la confessione.

da , il

    Ferrara, partorisce in casa e nasconde il neonato in freezer

    Choc a Migliarino, provincia di Ferrara, dove una donna ha partorito in casa e ha nascosto il neonato in freezer. Dopo il parto si è recata in ospedale con una forte emorragia, e ha riferito ai sanitari di essere caduta 4 giorni prima. La 40enne ha destato il sospetto dei medici che hanno inteso immediatamente potesse trattarsi di un aborto o di un parto prematuro di un bimbo di sei mesi. Per ben due giorni, gli inquirenti hanno cercato il corpo del piccolo all’interno dell’abitazione dove la donna vive con il marito e sei figli. Il neonato è stato ritrovato nel congelatore, nel luogo esatto indicato dalla madre durante la confessione. La procura di Ferrara ha aperto un’inchiesta utile a valutare la posizione della 40enne e di suo marito. Sarà l’autopsia a rivelare se il bimbo è nato vivo o morto.

    Dopo il coma la confessione choc: il neonato nascosto in freezer

    Dopo alcuni giorni di coma la donna si è risvegliata, fornendo la sua versione dei fatti con annessa la confessione choc: il neonato è stato nascosto in freezer, dove la polizia lo ha ritrovato dopo alcuni giorni di ricerche. L’abitazione in cui la 40enne risiede insieme alla sua famiglia è stata posta sotto sequestro. Il marito della donna avrebbe dichiarato di non essere stato a conoscenza della gravidanza della moglie, dettaglio, questo, che potrà trovare conferme o smentite in seguito all’attività d’indagine avviata dopo la segnalazione d’ufficio da parte dell’ospedale di Ferrara.

    LEGGI: LA TRAGEDIA DEL NEONATO GETTATO DAL BALCONE DA SUA MADRE

    I vicini: “Famiglia normalissima”, ma per gli inquirenti una situazione di degrado

    Secondo fonti investigative, il nucleo familiare verserebbe in serie condizioni di degrado, e la procura sta valutando la situazione al fine di stabilire i contorni di questa tragica vicenda. I vicini di casa avrebbero invece riportato un quadro differente, descrivendo la famiglia come “normalissima” e in assoluta tranquillità economica. Allertati immediatamente i Servizi sociali.