Femminicidio: che cos’è, significato e cause del fenomeno

Femminicidio: che cos’è, significato e cause del fenomeno
    Femminicidio: che cos’è, significato e cause del fenomeno

    Il femminicidio è un fenomeno atroce e devastante che è pericolosamente radicato nella nostra società. Ogni giorno sia in Italia sia nel resto del mondo tantissime donne subiscono violenze o vengono uccise proprio dalle persone che dovrebbero proteggerle, aiutarle e amarle. Nella maggior parte dei casi i killer sono proprio i partner, i fidanzati, i mariti o i famigliari. Storie agghiaccianti e orribili di una piaga sociale che rappresenta a tutti gli effetti un male assoluto. Ma che cos’è il femminicidio? Qual è il significato e quali sono le cause di questo abominevole fenomeno?

    Il femminicidio è la forma estrema di violenza di genere contro le donne e riguarda tutti quei casi di omicidio doloso o preterintenzionale in cui una donna viene uccisa da un uomo per motivi basati sul genere. Nella maggior parte dei casi questi omicidi avvengono all’interno delle mura domestiche, ovvero in ambito familiare, o all’interno di relazioni sentimentali poco stabili per motivi di odio, disprezzo, piacere o senso di possessione delle donne. Questo fenomeno coinvolge tutte le forme di discriminazione e violenza di genere che annullano la donna nella sua identità e libertà mediante maltrattamenti, violenza fisica, psicologica, sessuale, educativa, economica, patrimoniale, familiare, comunitaria o anche istituzionale provocando l’uccisione o il tentativo di uccisione della donna stessa.

    GUARDA I DATI SULLA VIOLENZA SULLE DONNE IN ITALIA

    Il termine femminicidio apparve per la prima volta nel 1801 in un libro satirico pubblicato in Inghilterra per indicare genericamente l’uccisione di una donna come la condotta di un uomo che induce una donna a perdere la propria illibatezza, paragonandolo quindi a un omicida, senza alcun riferimento alla violenza di genere come movente. Poi fu usato come opposto ad homicide nel 1848, anno in cui l’uccisione di una donna divenne un reato giuridicamente perseguibile nel Regno Unito. Soltanto nel 1990 il termine è stato utilizzato nella sua accezione moderna dalla docente femminista Jane Caputi e dalla criminologa Diana Russell. Pertanto il significato di femminicidio è il seguente: “Qualsiasi forma di violenza esercitata sistematicamente sulle donne in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale, allo scopo di perpetuare la subordinazione e di annientare l’identità attraverso l’assoggettamento fisico o psicologico, fino alla schiavitù o alla morte”.

    VIOLENZA SULLE DONNE, ECCO I NUMERI E LE ISTITUZIONI PER CHIEDERE AIUTO

    Le cause di questo fenomeno allarmante possono essere molteplici: sociali, culturali ed economiche.

    Resta il fatto che la matrice di questo crimine contro l’umanità può essere rintracciata nella disuguaglianza dei rapporti tra uomini e donne relativa a una visione arcaica del rapporto di genere diffusa sia tra le donne che tra gli uomini. D’altronde anche la stessa dichiarazione adottata dall’Assemblea Generale dell’Onu parla della violenza di genere come di “uno dei meccanismi sociali cruciali per mezzo dei quali le donne sono costrette in una posizione subordinata rispetto agli uomini”. Il movente passionale o del possesso è il più frequente e si verifica spesso e volentieri quando la donna decide di interrompere o chiudere un legame, più o meno formalizzato, o comunque di non volerlo ricostruire.


    LEGGI LE FRASI PIU’ BELLE PER COMBATTERE LA VIOLENZA SULLE DONNE

    Occorre contrastare e fermare questo crimine contro l’umanità con tutti i mezzi e gli strumenti a disposizione: dall’educazione alla non-violenza e al rispetto delle relazioni alla sensibilizzazione sociale, dall’informazione sociale alla denuncia tempestiva di atti di violenza fino all’inasprimento della pena nei confronti di stalker e aggressori. Al di là di ogni credo religioso o filosofico, la vita è un diritto inalienabile e prezioso che va quotidianamente valorizzato e salvaguardato. Qualsiasi atto di violenza fisica, psicologica, sessuale, economica o familiare deve essere prontamente condannato e denunciato senza se e senza ma.

    SEGUI LA PAGINA FACEBOOK CHE CONTRASTA LA VIOLENZA SULLE DONNE

    739

    Il lato oscuro delle coppie felici
    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaViolenza sulle donne
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI