Fallimento dell’Italia: perde con l’Uruguay ed è fuori dal Mondiale 2014 [FOTO]

Fallimento dell’Italia: perde con l’Uruguay ed è fuori dal Mondiale 2014 [FOTO]
da in Mondiali 2014
Ultimo aggiornamento:

    Il viaggio degli azzurri verso la Coppa del Mondo finisce a Natal sul campo dell’Arena das Dunas. All’Italia bastava un pareggio per la qualificazione agli ottavi di finale del Mondiale di Calcio 2014, all’Uruguay serviva invece una vittoria. Forse la risposta del fallimento azzurro si nasconde proprio in questa considerazione. Forse l’atteggiamento, forse la delicatezza di una partita che valeva una finale ma sicuramente le poche occasioni e le discutibile scelte tattiche condite dagli errori arbitrali sono state le vere cause dell’eliminazione dell’Italia. Nel finale da cardiopalma non è mancato il cuore ma l’inferiorità numerica per l’espulsione di Marchisio e la mancata espulsione di Suarez per un morso in area ai danni di Chiellini, anche se non esclusivamente ma almeno in parte, hanno condizionato la gara.

    Dopo la sconfitta con la Costa Rica il ct della nazionale italiana Cesare Prandelli decide di rivoluzionare formazione e schema di gioco. Tra i pali ancora Gigi Buffon, magistrale in due occasioni. Le chiavi della difesa questa volta sono affidate al trio juventino Barzagli-Bonucci-Chiellini con il delicato compito di murare gli insediamenti del duo uruguayano Suarez-Cavani, ex Napoli. Davanti ai tre, a centrocampo, Darmian, Verratti, Pirlo, Marchisio e De Sciglio ma la grande novità è l’attacco: Mario Balotelli non più solo come unica punta ma affiancato da Ciro Immobile, capo cannoniere del Campionato di Serie A. Soluzione che però non è bastata. Serviva determinazione e grinta ma il risultato è stata una partita tesa, fotografia della preoccupazione di entrambe le formazioni che nella prima frazione della gara hanno tenuto il freno a mano tirato ma non hanno tirato indietro la gamba nei contrasti di gioco. Il ritmo della partita procede a singhiozzo a causa proprio dei numerosi falli ed interventi che incrementano il nervosismo e l’immobilismo delle azioni. Poche infatti quelle degne di nota nel primo tempo. Miracoloso il doppio intervento di Gigi Buffon che para d’istinto i due tentativi dell’attacco uruguayano. Nella ripresa subito un cambio per gli azzurri: entra Marco Parolo al posto di Mario Balotelli chiamato fuori dal ct Cesare Prandelli per precauzione visto il nervosismo dell’eccentrico attaccante del Milan sanzionato nei primi quarantacinque minuti dall’arbitro con un cartellino giallo. Ma la qualificazione italiana si fa ostica al 15’ del secondo tempo quando la formazione azzurra resta in dieci a causa dell’espulsione di Claudio Marchisio. Gli animi si accendono a tal punto che a in area non volano solo spintoni ma addirittura un morso che passa inosservato al direttore di gara.

    A lasciare l’arcata dentale sulla spalla di Chiellini l’attaccante del Liverpool Suarez. Ma ad averne la meglio è proprio l’Uruguay che all’80’ sblocca il risultato con Godin. All’Italia restano solo dieci minuti per agguantare il pareggio che vale la qualificazione ma che sfuma nella grande delusione e disperazione, tra l’amarezza e le lacrime degli azzurri, in campo, sugli spalti e davanti agli schermi. Al termine della gara, nel post partita, il ct Cesare Prandelli ha rassegnato le sue dimissioni.

    Non potevano mancare ad un appuntamento così importante le protagoniste dell’altro mondiale. Quello che si gioca sugli spalti degli stadi del Brasile ed è colorato di rosa. Sono le Wags, così definite dai tabloid inglesi, che non abbandonano i loro mariti e fidanzati e si mostrano nella loro bellezza. Questa volta non è bastato il loro tifo. In prima fila la reginetta delle Wags azzurre: Fanny che ha sfoderato anche la maglia numero 9 indossata in campo dal suo Mario Balotelli. Ma occhi puntati anche su Alena Seredova che per portare i due figli a tifare per il papà, ha deciso di raggiungere il Brasile nonostante la separazione dal marito e il continuo gossip che vede protagonisti Gigi Buffon e Ilaria D’Amico.

    694

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mondiali 2014 Ultimo aggiornamento: Martedì 24/06/2014 22:48
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI