Eva Ekvall, ex Miss Venezuela, è morta di tumore al seno a 28 anni

Eva Ekvall, ex Miss Venezuela, è morta di tumore al seno a 28 anni
da in Primo Piano, Salute E Benessere, seno, Tumore
Ultimo aggiornamento:

    eva ekvall morta

    Eva Ekvall non ce l’ha fatta, la 28enne modella incoronata nel 2000 Miss Venezuela, è volata in cielo. Eva Ekvall è morta di tumore al seno, ha lottato come un leone, per se stessa, per suo marito e per la sua bambina, ma il cancro ha preso il sopravvento, e proprio in questi giorni si è spenta, l’ultima foto di Eva l’ha pubblicata suo marito su Twitter, le loro due mani intrecciate accompagnate dalla frase “Sempre insieme… ti amo, moglie mia”.

    Come si può morire di tumore al seno a soli 28 anni? Eva Ekvall è morta e non c’è stato niente da fare, si è ammalata nel febbraio del 2010, aveva una vita davanti ed una bambina piccola, Miranda, di circa un anno. Eva durante la malattia si è impegnata a scrivere un libro sulla sua vita e sulla malattia ma anche per lanciare un messaggio a tutte le donne, di fare la prevenzione e andare dal medico per i controlli periodici.

    Nel suo libro Eva Ekvall scrive: “Ero arrabbiata perché avrei dovuto saperlo. Mia zia ha avuto due volte il cancro al seno e mia nonna è morta di questo. E io ho lasciato correre. All’inizio mi chiedevo se avessi un bell’aspetto o meno. Poi ho realizzato che non era quello il punto. Avevo il cancro, nessuno si aspettava che avessi un bell’aspetto. È doloroso guardarsi allo specchio.

    La faccia si gonfia. Si perde ogni singolo pelo del corpo: le tue ciglia, le tue sopracciglia… diventi una sorta di stano animale, non ti riconosci. Faceva paura, specialmente perché il mio lavoro aveva a che fare con il mio aspetto fisico. Dovevo avere un bell’aspetto e non sembrare malata”.

    Adesso Eva non soffre più, si è liberata dal dolore fisico ed è volata in cielo, però morire di tumore a 28 anni è proprio ingiusto.

    Il tumore è una malattia che non guarda in faccia nessuno, da giovani è ancora peggio perchè le cellule si moltiplicano rapidamente ed è ancora più dura estirpare la malattia. Ad oggi ci sono tante terapie per il tumore al seno e molte donne ce la fanno, riescono a sconfiggerlo. Per tutte noi, per chi è ammalato e sta combattendo, per chi è guarita ed ha paura, e per chi non c’è più, l’unica cosa che possiamo fare è sostenere la ricerca.

    Io aderirò all’associazione per Anna staccato Lisa, una ragazza morta a soli 33 anni per un cancro al seno qualche mese fa, aiutate anche voi la ricerca e voi stesse!

    476

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Primo PianoSalute E BenesseresenoTumore Ultimo aggiornamento: Martedì 20/12/2011 16:58
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI