Maturità 2014 prima prova: le tracce dei temi

Maturità 2014 prima prova: le tracce dei temi
da in Scuola
Ultimo aggiornamento:

    maturità prima prova

    Maturità 2014, è tempo di prima prova, ecco le tracce dei temi proposti ai maturandi di quest’anno. 459mila studenti alle prese, in tutta Italia, con la prima prova scritta dell’esame di maturità 2014, con il tema di italiano. Sei ore di tempo per sviluppare una delle tracce proposte, degli argomenti scelti per l’occasione, inviati alle scuole per via telematica e seguiti da rassicurazioni via Twitter da parte del Ministero in perfetto stile maturità 2.0.

    Il tema letterario è su Quasimodo. E, in particolare, la traccia è una sua poesia “Ride la gazza, nera sugli aranci” tratta dalla raccolta “Ed è subito sera”.

    Per la traccia storica, invece, si prende spunto dalla storia moderna, quasi contemporanea, proponendo ai maturandi una riflessione sull’Europa dal 1914 al 2014, in occasione del centesimo anniversario della prima guerra mondiale.

    Quattro le possibili tracce per chi sceglie il saggio breve o l’articolo di giornale. Il tema del dono nell’arte per l’ambito artistico-letterario. La violenza e la non violenza, per lo storico-politico. Le nuove responsabilità sotto il profilo socio-economico per i maturandi che vogliono avventurarsi nelle dinamiche socio-economiche. Mentre per l’ambito scientifico, il tema scelto è la tecnologia pervasiva.

    Un po’ di attualità e qualche riflessione d’obbligo, invece, per il tema di ordine generale, tratto da “Il Sole 24 Ore” del 26 gennaio 2014: Renzo Piano e il “rammendo delle periferie”.

    Non sono state per nulla profetiche le ipotesi più accreditate.

    Tra gli argomenti più papabili, secondo il popolo del web, le tragedie ambientali degli ultimi tempi, l’universo social e Facebook, al suo decimo compleanno, nonché temi incentrati sui grandi della letteratura come Gabriel Garcia Marquez, recentemente scomparso, Giovanni Pascoli, Luigi Pirandello. E ovviamente non poteva mancare Papa Francesco, autentico rivoluzionario della contemporaneità.

    La prima prova della maturità 2014 è prevista per il 18 giugno, ma le tracce sono ancora top-secret. I maturandi però non si danno per vinti, pronti a scovare preziosi indizi sul web e a formulare ipotesi sulla base dei personaggi e degli avvenimenti più importanti del 2013-2014. Tra le tracce più papabili, secondo il popolo di Internet, i disastri ambientali, in primis il tifone delle Filippine, in cui 12 italiani mancavano all’appello, e la recente alluvione in Sardegna, l’impatto dei social network e Papa Francesco, che nel 2013 ha compiuto 77 anni. Per quanto riguarda i grandi della letteratura internazionale, su tutti spicca il nome del Premio Nobel colombiano Gabriel Garcia Marquez, recentemente scomparso. Molto gettonati anche Giovanni Pascoli, Pier Paolo Pasolini, Luigi Pirandello, Gabriele D’Annunzio e Umberto Saba, mentre i pronostici escludono categoricamente Giuseppe Ungaretti, Eugenio Montale, Dante, Italo Svevo e Primo Levi.

    La prima prova degli esami di Stato 2014 comprenderà come di consueto diverse tipologie di temi: saggio breve o articolo di giornale, tema di argomento storico, tema di ordine generale. Nonostante l’ampia scelta, gli studenti ritengono molto probabile l’argomento Europa, spunto per una riflessione più ampia sull’euroscetticismo registrato in Francia e nel Regno Unito nelle ultime elezioni a Strasburgo. Altri argomenti papabili l’universo social e Facebook, al suo decimo compleanno, l’Olocausto e l’antisemitismo di triste attualità, la Prima Guerra Mondiale, di cui si celebra il centenario, l’impatto della crisi economica sulle fasce più giovani.

    633

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Scuola Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15/06/2016 07:39
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI