Esami di maturità 2013 terza prova, come prepararsi

Esami di maturità 2013 terza prova, come prepararsi
da in Esami di maturità 2013
Ultimo aggiornamento:

    Maturità 2013 terza prova

    La terza prova dell’esame di Maturità 2013 verrà svolta lunedì 24 giugno e genera sempre molta paura e agitazione negli studenti. Il motivo principale è che si tratta di una prova multidisciplinare, che può comprendere fino a 5 materie scelte dalla commissione e diversa per ogni scuola. E’ chiaro che in pochi giorni è impossibile ripassare e tanto meno studiare tutto il programma svolto durante l’anno: ecco perché per affrontare la terza prova con relativa tranquillità gli studenti avrebbero dovuto studiare e approfondire gli argomenti con attenzione durante l’anno. Vediamo insieme quali sono i nostri suggerimenti per affrontare la terza prova dell’esame di Maturità 2013.

    Forse l’incognita maggiore dell’esame di Maturità 2013, la terza prova spaventa davvero tutti. Si tratta di un quiz multidisciplinare che potrebbe comprendere tutti gli argomenti del piano di studio annuale. Le domande sono scelte dalla commissione e i professori interni non sono tenuti a comunicare agli studenti gli argomenti dell’esame. Ovviamente le domande saranno diverse non solo per ogni indirizzo di studio ma anche per ogni scuola e ogni classe. Stando a quello che si legge sul sito del Miur infatti: “Non è prevista alcuna comunicazione di questo genere. La normativa prevede soltanto che la Commissione d’esame, in coerenza con il Documento del Consiglio di classe, scelga collegialmente la struttura della prova”. Ripassare il programma di tutte le materie in pochissimi giorni è sicuramente molto difficile ma solitamente i professori scelgono di puntare su argomenti ben approfonditi in classe. Consigliamo, per ogni materia, di rielaborare gli appunti presi durante l’anno, creando una scaletta che comprenda tutto quello che avere studiato. Può essere anche molto utile condividere il ripasso con i compagni, aiutandosi con domande e quiz. La prima cosa da fare sarà chiarire i punti deboli e gli argomenti più ostici o quelli che durante l’anno non avete approfondito in maniera sufficiente.

    Gli studenti potranno restringere la rosa delle possibili materie una volta conosciuta la commissione d’esame composta da sei membri, tre interni e tre esterni: le domane della terza prova infatti verteranno sulle materie d’insegnamento di ciascun professore. Di norma italiano e le materie della seconda prova già affrontate non vengono inserite nella terza prova: si tratta di uno stratagemma abbastanza utile per ridurre le possibili domande e gli argomenti.

    La prima cosa da fare, una volta ricevuto il foglio con le domande è leggere attentamente le stesse e cercare di comprenderle. Iniziate a rispondere alle domande di cui sapete la risposta e lasciate per dopo quelle su cui siete un po’ incerti: si tratta di un modo molto utile per risparmiare tempo e fatica. Non andate in panico se vi rendete conto di non sapere una o due risposte ma concentratevi in positivo, ovvero sulle risposte che conoscete bene. Alla fine, ricordate di rileggere sempre il vostro compito per correggere anche eventuali imperfezioni ed errori ortografici!

    La terza prova conclude il ciclo delle prove scritte della Maturità. Ecco perché è fondamentale rimanere concentrati preparandosi nel modo migliore. Fattore importantissimo è anche l’alimentazione. Consigliamo infatti di evitare cibi grassi e pesanti, difficili da digerire. Non esagerate neanche con il caffè e, per quanto possibile, la sera prima dell’esame cercare sempre di riposare almeno otto ore. Durante le ore della prova portate con voi delle bevande fresche e qualche snack per darvi la carica.

    657

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Esami di maturità 2013 Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15/06/2016 07:39
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI