Natale 2016

Donne che imparano a difendersi, una pagina Facebook contro la violenza sulle donne

Donne che imparano a difendersi, una pagina Facebook contro la violenza sulle donne
da in Cronaca, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:

    Donne che imparano a difendersi, una pagina Facebook contro la violenza sulle

    Donne che imparano a difendersi è il nome di una pagina Facebook nata per contrastare il fenomeno della violenza sulle donne in Italia. Un progetto molto importante e significativo che punta molto sullo strumento della conoscenza per consentire a tutte le vittime di difendersi e chiedere aiuto allo Stato e agli enti del terzo settore. Ci sono diversi strumenti offerti dalla legge per difendersi da uomini violenti, stalker e prevaricatori che purtroppo non sono abbastanza conosciuti e molte donne ne ignorano perfino l’esistenza. Da qui nasce l’esigenza di dar vita a una comunità social per diffondere la cultura della dignità e del diritto.

    L’ultima ricerca dell’Istituto nazionale di statistica (Istat) sulla violenza contro le donne in Italia relativa al quinquennio 2009/2014 ha documentato che una donna su tre ha subìto violenza fisica o sessuale almeno una volta nel corso della vita e la percentuale è del 31,5% per quanto riguarda il target 16-70 anni. Il 20,2% ha subìto violenza fisica, il 21% violenza sessuale, il 5,4% le forme più gravi della violenza sessuale come lo stupro e il tentato stupro.

    GUARDA I DATI SULLA VIOLENZA SULLE DONNE IN ITALIA

    Per combattere questa piaga sociale un gruppo di professioniste (psicologhe, assistenti sociali, ecc.) impegnate nella lotta alla violenza subìta da donne e minori su idea di Alessia Sorgato, la penalista vittimologa autrice del libro Giù le mani dalle Donne, ha creato questo lodevole e utilissimo progetto social.

    “Il più grande nemico di una donna che subisce in silenzio è la paura di parlarne e di riconoscere che questo tipo di problema non si risolve mai da solo – ha dichiarato Alessia Sorgato in un comunicato stampa – Questo è lo spirito della nostra comunità: infondere sapere e coraggio. Chiunque voglia avere un consiglio o sapere come difendersi, producendo prove oggettive a dispetto del classico ‘La mia parola contro la tua’, può scriverci senza nessun obbligo.

    Solo per iniziare a ragionare sulla base di un’informazione qualificata. Risponderemo a tutte, utilizzando il vasto Know-how che abbiamo accumulato affrontando le situazioni più disparate. Chiedere può essere l’inizio di un percorso che porta alla liberta e alla riconquista di quella dignità e di quei valori che dovrebbero essere alla base della vita di ogni essere umano”.

    GUARDA IL VIDEO PER INDIVIDUARE I PRIMI SEGNALI DELLA VIOLENZA SULLE DONNE

    Un’iniziativa davvero interessante, ma soprattutto fondamentale per tutte coloro che hanno finora sofferto in silenzio perché avevano paura di parlarne o perché non erano a conoscenza degli strumenti offerti dallo Stato. Ora anche grazie al progetto “Donne che imparano a difendersi”, tutto diventa più semplice!

    510

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaViolenza sulle donne

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI