Divorzio: il party per festeggiarlo

da , il

    Ecco una nuova tendenza che arriva dagli Stati Uniti: il “Divorce Party“, per festeggiare la fine del matrimonio. E’ una festa creata ad arte da agenzie il cui scopo è quello di far dimenticare alla neo-divorziata la tristezza dovuta alla fine del suo matrimonio. Questa usanza sta arrivando anche da noi.

    Oltre alle numerose agenzie, che magari si occupano anche di organizzare i matrimoni, impazzano i siti web su cui si possono acquistare gadgets, accessori, e tutto ciò che serve per organizzare una festa in piena regola. Gli accessori più gettonati sono piatti, bicchieri, tovaglioli, inviti, cd musicali a tema (tipo I will survive di Gloria Gaynor) e l’originalissima bambola Love Voodoo Kit: si tratta di una bambola di pezza con spillone che dovrebbe rappresentare l’ex marito su cui accanirsi!

    Sul web si trovano siti, bog e forum che offrono consigli utili e supporto psicologico alle persone che stanno per divorziare o che hanno già divorziato. Il sito più famoso negli Stati Uniti che si occupa di questa problematica è www.revengelady.com. Le donne americane lo trovano utilissimo: ci sono racconti di chi ha un matrimonio fallito alle spalle, consigli, domande e risposte e un’interessante sezione su come vendicarsi dell’ex marito! Sul sito si possono anche fare acquisti: accessori, libri, musica e tutto ciò che riguarda l’argomento “divorzio”.

    L’ideatrice del sito si chiama Christine Gallagher che per mestiere si occupa di organizzare i break-up party

    Il fenomeno si sta diffondendo anche in Europa: in Inghilterra e in Francia sono state aperte agenzie che si occupano di organizzare i party ed esiste anche un sito inglese www.drw.org.uk, simile a quello americano della Gallagher. L’agenzia francese si trova a Parigi ed è specializzata nell’organizzare lussuose e raffinate feste per il divorzio.

    Foto: www.divorcepartyplanner.com fashiontribes.typepad.com scrapgirls.com.ipbhost.com 1.bp.blogspot.com ecx.images-amazon.com www.thedivorceparty.com www.revengelady.com

    Dolcetto o scherzetto?