Divorzio e assegno di mantenimento: le ex mogli vip a rischio con la nuova sentenza

Con la sentenza della Cassazione in materia di divorzio che stabilisce il calcolo dell’assegno di mantenimento non più sul tenore di vita matrimoniale ma in base al criterio di autosufficienza, sono molte le ex mogli vip preoccupate. Addio ai divorzi con cifre record come quelle tra Silvio Berlusconi e Veronica Lario.

da , il

    Divorzio e assegno di mantenimento: le ex mogli vip a rischio con la nuova sentenza

    Con la sentenza della Cassazione che ha detto basta agli assegni di divorzio basati sul tenore di vita goduto durante il matrimonio, dovremo dire anche addio ai cosiddetti divorzi d’oro. Sono tante le ex mogli di uomini facoltosi e vip che temono la nuova regolamentazione sulla fine-matrimonio. Con i nuovi parametri stabiliti in materia di assegno di mantenimento infatti, ciò che conta è l’autosufficienza economica e non più il tenore di vita durante le nozze. Abbiamo una serie di esempi nostrani di divorzi che hanno fatto parlare di sé per le cifre record. A partire dal super assegno di mantenimento di Berlusconi a Veronica Lario. E’ finita l’epoca dunque dei costosissimi divorzi vip?

    Il mantenimento record di Silvio Berlusconi a Veronica Lario: 1 milione e 600mila euro

    Il divorzio tra l’ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi e Veronica Lario è stato di sicuro tra i più chiacchierati, celebri e con un patrimonio in questione non indifferente. E addirittura la cifra record di 1 milione e 600mila euro di assegno di mantenimento è quella ridimensionata: alla fine di dicembre del 2012 in fase di separazione, la signora Lario aveva ottenuto dai giudici milanesi tre milioni di euro, per mantenere il tenore di vita di sempre. Berlusconi aveva fatto ricorso in Corte d’Appello ed era arrivato lo sconto.

    Si può dire che è andata bene al Cavaliere perché l’ex first lady era partita chiedendo una “buona uscita” di mezzo miliardo di euro!.

    Divorzio Gigi D’Alessio e Carmela Barbato

    Anche il divorzio tra il cantante napoletano e l’ex moglie Carmela Barbato rientra a pieno diritto tra quelli d’oro, con un assegno di mantenimento di 15mila euro mensili. Il divorzio arrivato nel 2014, dopo 8 anni dall’inizio della relazione di Gigi D’Alessio con Anna Tatangelo, mette fine al matrimonio celebrato nel 1986.

    A Carmela Barbato va un assegno mensile di 15 mila euro oltre a vacanze spesate per lei e i tre figli (Claudio, Ilaria e Luca) nati dalla loro unione. Inoltre, il tribunale avrebbe assegnato alla Barbato una villa con vista su Posillipo, una delle zone più panoramiche di Napoli.

    SCOPRI COSA DICE LA NUOVA SENTENZA DELLA CASSAZIONE SULL’ASSEGNO DI MANTENIMENTO NEL DIVORZIO

    Pippo Baudo e Katia Ricciarelli

    Divorzio salato anche per Pippo Baudo: all’ex moglie Katia Ricciarelli un assegno di mantenimento mensile pari a 12 mila euro. Una separazione sofferta, dopo 18 anni di matrimonio, sia a livello affettivo che economico. Il Pippo nazionale dichiarò mesi dopo che soffriva di insonnia, non tanto per la mancanza della sua compagna, ma per il bonifico che ogni mese doveva fare.

    Andrea Pirlo e Deborah Roversi

    Un divorzio da favola per Deborah Roversi che nel 2014 lascia il calciatore Andrea Pirlo. Una cifra da capogiro: il campione azzurro versa alla sua ex moglie per il suo mantenimento e quello dei loro due figli ben 55mila euro mensili. La cifra era stata così partorita: 40mila euro alla Roversi per mantenere il suo stile di vita come durante l’unione, ai quali hanno aggiunto 15mila euro per i due figli. In un anno fanno 660 mila euro.

    SCOPRI COME FUNZIONA IL DIVORZIO BREVE

    Barbara D’Urso e Michele Canfora

    E se finora si è parlato solo di ex mogli preoccupate dalla rivoluzione in materia di divorzio, c’è chi tira un sospiro di sollievo, come Barbara D’Urso: la conduttrice di Pomeriggio Cinque ha versato fino ad oggi 1000 euro all’ex marito Michele Canfora. La conduttrice ed il ballerino si erano separati consensualmente nel 2006, quando l’ex marito aveva chiesto mille euro al mese e il mancato impegno della D’Urso le era costato una denuncia. A tutt’oggi, comunque, anche se non a causa della sentenza della Cassazione, la D’Urso non è più tenuta al mantenimento, perché l’ex marito, formando una nuova famiglia dalla quale è anche nata una figlia, “ha determinato il venire meno dell’obbligo di solidarietà post-coniugale”.

    Dolcetto o scherzetto?