Dispendio energetico giornaliero: quante calorie bruciare ogni giorno e come farlo

Dispendio energetico giornaliero: quante calorie bruciare ogni giorno e come farlo
da in Alimentazione, Dieta E Fitness, peso
Ultimo aggiornamento:

    dispendio energetico giornaliero

    Ogni persona ha un suo dispendio energetico giornaliero diverso da tutti gli altri. Che cosa significa? Vuol dire che ognuno di noi durante il giorno brucia una quantità precisa di calorie per far lavorare il proprio corpo, anche a riposo. Avere una dieta bilanciata sul fabbisogno energetico quotidiano permette non solo di mantenersi in forma, ma anche di dimagrire o ingrassare in base alle necessità. È quindi un indicatore importantissimo, soprattutto in questa fase dell’anno durante cui ci si prepara all’estate.

    Come si può calcolare? Ci vuole un po’ di dimestichezza con i numeri, anche perché esistono diverse formule più o meno affidabili. La prima cosa da fare è valutare il nostro metabolismo basale, ovvero la spesa energetica di base, e il nostro metabolismo di lavoro, che invece rappresenta la spesa del corpo durante alcune attività. Faccio un esempio per chiarire meglio il concetto: pensate a una macchina. La vostra auto è ferma, accesa in folle: ovviamente c’è un consumo di benzina anche se minimo. Questo è il metabolismo basale.

    Se invece la vostra macchina fosse in movimento il consumo di carburante cambierebbe in base al tipo di percorso effettuato(salita, coda, discesa, velocità, ecc). Questo è il metabolismo di lavoro.

    Per gli uomini il metabolismo basale si calcola moltiplicando il peso corporeo in chili x 24 Kg, mentre per le donne basta moltiplicare il peso corporeo in chili x 24 x 0.85. Il metabolismo di lavoro invece si può ottenere moltiplicando peso in chili x il coefficiente della singola ginnastica effettuata x i minuti di lavoro. I coefficienti sono dei numeri fissi: 0,032 per il lavoro sedentario, 0,100 per la bicicletta, 0,103 per la ginnastica a corpo libero, 0,128 per il nuoto, 0,135 per la corsa lenta, 0,26 per fare scale, ecc.

    Ora che abbiamo queste due variabili possiamo calcolare il fabbisogno energetico che si ottiene moltiplicando il metabolismo basale per il metabolismo di lavoro. Non spaventatevi se i calcoli possono sembrarvi complicati. In realtà è tutto molto più semplice di quanto crediate!

    365

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneDieta E Fitnesspeso Ultimo aggiornamento: Martedì 07/06/2011 09:43
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI