Dimagrire correndo, le regole base per perdere peso con il jogging

Dimagrire correndo, le regole base per perdere peso con il jogging
da in Dieta E Fitness, Prova Costume, peso
Ultimo aggiornamento:

    Dimagrire jogging

    In questo periodo dell’anno sono in tante (e in tanti) ad avere come obiettivo quello di dimagrire e ritrovare la forma perduta. Non si parla necessariamente di un sovrappeso importante, per ridurre il quale è indispensabile far ricorso ai consigli dietetici di un nutrizionista e del proprio medico, ma per lo più di pochi kg. Tra l’inverno, le abbuffate delle festività e un po’ di pigrizia, è normale aver accumulato qualche adiposità di troppo, particolarmente fastidiosa in vista della prova costume. Per recuperare velocemente la linea è necessario modificare il proprio regime alimentare, eliminando i cibi troppo ricchi di grassi e zuccheri e abbonando con frutta, verdura, cereali integrali e proteine magre.

    Tuttavia, questo potrebbe non bastare. Per dimagrire bene, ovvero mantenendo un fisico tonico e in salute, è indispensabile unire alla dieta anche dell’esercizio fisico, possibilmente di tipo aerobico.

    La corsa è considerata una delle attività fisiche più salutari e più adatte per dimagrire e per mantenere il peso forma. Praticare regolarmente jogging, infatti, è una buona abitudine e un ottimo modo per tenersi in linea, perché si tratta di una attività aerobica che stimola il metabolismo, fa bruciare calorie, mantiene tutta la muscolatura tonica (cuore incluso) e, ultimo ma non ultimo, poiché stimola la produzione delle endorfine, che sono gli ormoni del buon umore, ci aiuta a anche a combattere depressione e ansia. Secondo gli esperti, per mantenere il proprio peso forma, una persona in buona salute dovrebbe praticare il jogging (moderato), per un totale di 150 minuti a settimana. Se, però, lo scopo è quello di perdere peso, allora è necessario sforzarsi un po’ di più. Vediamo le regole base per praticare la corsa e ottenerne i maggiori benefici in termini di dimagrimento.

    Correre va bene, ma come? Se pensiamo che basti mettere ai piedi le nostre sneakers e partire, ci sbagliamo di grosso, specialmente se siamo alle prime armi, perché rischiamo di scaricarci le pile subito, prese dall’entusiasmo, senza dosare le energie. Il rischio è perciò quello di smettere subito dopo aver cominciato, e sarebbe un peccato, perché è solo con la determinazione con la costanza che si ottengono risultati. Sono poche ma importanti le regole per fare della corsa il nostro miglior alleato (insieme alla dieta), per perdere quei chiletti in più che ci appesantiscono.

    Innanzi tutto, in ogni allenamento si devono mischiare gli stili e l’intensità della corsa. Veleggiare sempre alla stessa velocità di crociera ve bene per mantenere il peso, non per bruciare tante calorie quante ce ne servono per intaccare la nostra riserva di grassi. Quindi se partiamo con un jogging moderato, cerchiamo però di alternare momenti di sprint (corsa veloce), con camminate rapide che ci aiutino a calmare il respiro. Inoltre sarebbe buona cosa cercare luoghi dove correre in salita, e poi in discesa (vanno bene anche le scale), sempre in alternanza tra fasi più intense e faticose e altre di relax (senza mai fermarci, però).

    Un allenamento, inoltre, dovrebbe sempre comprendere anche altro genere di esercizi, alternati al jogging. Ad esempio, per riposarvi dopo una sessione di corsa mista, potete fare un po’ di stretching, e poi terminare l’allenamento di nuovo con un po’ di corsa. L’effetto brucia grassi è proprio determinato dall’alternanza tra esercizi aerobici (con sprint sotto sforzo), e anaerobici, che però mettono sotto pressione i singoli muscoli. In questo modo, e in combinazione con una buona dieta (che non deve mai essere drastica), si può davvero dimagrire e superare con un bel 10 e lode la temuta prova costume.

    728

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Dieta E FitnessProva Costumepeso Ultimo aggiornamento: Domenica 27/05/2012 18:08
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI