Dieta mediterranea patrimonio dell’umanità Unesco

da , il

    Il comitato intergovernativo dell’Unesco ha dichiarato la Dieta Mediterranea ufficialmente patrimonio culturale immateriale dell’Unesco, nella riunione tenutasi in questi giorni a Nairobi, con un’approvazione all’unanimità! Una notizia che fa davvero onore alla cucina italiana e mediterranea in generale, e che al momento della proclamazione ha ricevuto un’ovazione da parte dei delegati di tutti i 166 Stati presenti. A sostenere questa proposta c’erano quattro Paesi mediterranei, ovvero Italia, Spagna, Grecia e Marocco.

    Per festeggiare l’importantissimo riconoscimento, intanto spaghetti al pomodoro e basilico, piatto caratteristico della dieta mediterranea, sono stati serviti in Piazza del Campidoglio, simbolo di Roma e dell’Italia.

    Ciò che fa ancora più piacere è il gemellaggio perfetto avvenuto tra i quattro Paesi sostenitori del progetto.

    In uno stand allestito per l’occasione è stata servita la prima maxi-spaghettata doc preparata esclusivamente con pasta, olio extravergine e pomodoro della filiera agricola italiana controllata dagli agricoltori e che sono prodotti che provengono al 100% dai campi nazionali.

    Sicuramente un riconoscimento che premia oltre la dieta mediterranea, sinonimo di ottima alimentazione, anche l’autenticità ed il lavoro di agricoltori che, di generazione in generazione, hanno prodotto cibo di qualità, sicuro e salubre.