Dieta: la dissociata

da , il

    La dieta dissociata è molto seguita da chi vuole perdere peso, nonostante i pareri non sempre positivi. E’ stata inventata dal Dott. William Howard Hay, medico statunitense nel 1911 ed è conosciuta anche come “dieta Hay“. Hay ideò questo tipo di alimentazione quando si ammalò di una malattia degenarative che gli colpì i reni e ottenne dei notevoli miglioramenti.

    Quali sono i principi su cui si basa la dieta dissociata?

  • Non associare durante lo stesso pasto carboidrati con proteine e frutti acidi;

  • Mangiare tanta frutta e verdura che devono rappresentare la parte principale della dieta;

  • Le proteine, l’amido ed i grassi devono essere limitati il più possibile;

  • Consumare cereali integrali, e evitare gli alimenti raffinati;

  • Aspettare almeno 4 ore tra un pasto e l’altro.

    Molti studiosi affermano che questo tipo di dieta non è bilanciata. E stato anche condotto uno studio presso l’Università di Ginevra: 57 persone obese, sono state divise in due gruppi. Per un mese e mezzo il primo gruppo ha seguito una dieta dissociata, mentre il secondo ha seguito un’alimentazione bilanciata. Le calorie assunte assunte dai pazienti dei due gruppi erano le stesse e l’apporto di energia doveva derivare per il 45% da carboidrati e per il 30% da grassi.

    La dieta dissociata apportava meno grassi rispetto all’alimentazione equilibrata, eppure la dieta bilanciata è risultata più efficace: i pazienti che l’hanno seguita hanno perso in media un chilo in più rispetto a chi aveva seguito quella dissociata.

    Foto: www.benessere.com www.targetwoman.com blog.americanfeast.com www.dietsurf.com www.healthspablog.org

  • Dolcetto o scherzetto?