Diesel nuova campagna pubblicitaria scandalo

da , il

    diesel adv

    La nuova campagna pubblicitaria Diesel, come sempre, sceglie un taglio provocatorio, innovativo e di grande impatto per catturare l’attenzione del pubblico. La stampa ha etichettato come Diesel Dirty, la campagna Be Stupid recentemente scattata nella biblioteca della Brooklyn Law School. La parola dirty spiega senza mezzi termini il senso della campagna, che ha suscitato molto scalpore. Invece di immortalare studenti modello, il marchio fondato da Renzo Rosso ha rivisto a modo suo l’università di legge di Brooklyn ed i suoi studenti, che ha spogliato lasciandoli letteralmente in mutande.

    Ma non finisce qui, perché Renzo Rosso, non contento, ha tinto l’intimo di colori sgargianti e ha stampato scritte ironiche e provocatorie dal chiaro doppio senso, svelato facendo posare i ragazzi in atteggiamenti espliciti.

    La Brooklyn Law School non ha gradito affatto ed è diventato uno scandalo per l’opinione pubblica americana, ed il decano della scuola, Micheal Gerber ha mandato una mail a tutti gli studenti nella quale si professa “scioccato e mortificato” e spiega che quando la scuola ha dato il permesso per fare lo shoot, le era stato assicurato che le foto sarebbero state di buon gusto.