Depressione post partum: olio di pesce per prevenirla

Depressione post partum: olio di pesce per prevenirla
da in Alimentazione, Mamma, Mente, Parto, Depressione post-partum
Ultimo aggiornamento:

    Depressione post partum

    La depressione post partum è un disturbo diffuso e temibile, perché altera quello che dovrebbe essere il normale e istintivo rapporto simbiotico tra madre e neonato. E’ molto importante agire subito per contrastare l’insorgere di questo malessere psichico, perché se trascurato, può avere delle ripercussioni importanti sulla relazione mamma bambino, proprio in un momento estremamente delicato che è quello del primo anno di vita del bebè. In questi 12 mesi il bimbo dipende in tutto dalla sua mamma, per il nutrimento, innanzi tutto, ecco perché è così importante ripristinare una condizione di equilibrio affinché la maternità non diventi un peso ma una gioia.

    Agire preventivamente, evitando che questa forma depressiva trovi spazio, potrebbe partire anche semplicemente da un’alimentazione mirata. Pare, infatti, che assumere olio di pesce (che contiene dosi massicce di Omega 3) già in gravidanza, possa influire positivamente sul cervello materno, impedendo che si verifichi quel corto circuito emozionale che sfocia nella depressione. Lo hanno scoperto i ricercatori dell’Università del Connecticut-School of Nursing (USA) effettuando un esperimento su 52 donne in dolce attesa, suddivise in 2 gruppi in modalità random.

    Al primo gruppo è stata fatta assumere una capsula di olio di pesce da 3mila mg di Dhea (detto anche ormone della giovinezza) a partire dalla 24ma settimana di gestazione fino al parto.

    Al secondo (che fungeva da gruppo di controllo) è stato somministrato un placebo. Dopo la nascita del loro bambino, le mamme campionate sono state valutate considerando parametri specifici nel cosiddetto Postpartum Depression Screening Scale. E così, è emerso che il gruppo che aveva assunto l’olio di pesce aveva risposto meglio al test, raggiungendo punteggi più bassi.

    “Il consumo di Dhea durante la gravidanza, a livelli che sono ragionevolmente raggiunti dagli alimenti – ha spiegato la dott.ssa Michelle Prince Judge, nel presentare i risultati dello studio all’Experimental Biology 2011 meeting di Washington – ha il potenziale di diminuire i sintomi della depressione post partum”. A causa dell’esiguità del campione selezionato, non è ancora possibile, per gli scienziati, effettuare valutazioni positive in assoluto sulle qualità dell’olio di pesce, quindi verranno in futuro portate aventi altre sperimentazioni. Tuttavia, è già molto interessante come primo passo.

    433

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneMammaMentePartoDepressione post-partum
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI