Natale 2016

Dating _ Appuntamentare

Dating _ Appuntamentare
da in It's a chicken thing
Ultimo aggiornamento:

    uomo  e donna

    Sono sempre stata filo-britannica. Mi piacciono i trench, gli stivali da pioggia e l’uomo dei miei sogni ha l’aria slavata, diventa fosforescente al sole e beve il tè con il latte. Per farvi un’idea cercate su internet Benedict Cumberbatch. Ecco io sogno LUI. E qui parte la mia ode al popolo d’oltremanica. Nonostante la guida a sinistra, le orecchie a sventola di Carlo e l’assenza del bidet gli inglesi sono a mio avviso piuttosto “avanti”. Non me ne voglia Dante ma la lingua inglese è indiscutibilmente la mia preferita. Esistono termini che riassumono perfettamente concetti di una complessità estrema.

    Esempio:

    Come si dice quando superi la terza uscita consecutiva con un uomo intorno ai 30 che non ha la minima intenzione di utilizzare il termine relazione per i prossimi 3 anni?

    Si dice DATING _ APPUNTAMENTARE

    Come per ogni argomentazione vige la regola della duplice interpretazione per maschietti e femminucce.

    Elaborano il concetto dopo mesi. Una sera, improvvisamente realizzano che stanno cenando con la stessa donna che si aggirava nelle loro vicinanze durante il girone d’andata del campionato di calcio ancora in corso…Sgomenti, tacciono per un lungo istante. Poi pensano ” Si va bé! Non è nulla di serio. Smetto quando voglio”.

    Tra i cross di Ibra, il duemilionesimo allenatore dell’Inter, l’ammirazione per Hugh Hefner e l’annosa questione cornetto liscio o con la crema si insinua un sospetto. E se in giro per il mondo ci fossero donne meravigliose, mute, non ossessionate dall’igiene, che sanno cos’è il fuorigioco, con cui iniziare un appagante relazione? Sgomenti, tacciono per un lungo istante. Poi pensano “Va beh! Lei mi ha già visto senza maglietta, e ha richiamato”.

    Un’improvvisa agitazione li coglie di sorpresa. Il cuore batte forte. La salivazione diventa difficoltosa…Tacciono per un lungo istante.

    Poi pensano “NO! Domenica c’è il derby e ho finito le birre”.

    Elaborano il concetto dopo 15 minuti e nel frattempo si truccano guidando. La prima sera, come avevano previsto e precedentemente commentato con le 234 amiche consultate per definire l’abbinamento scarpe borsa che stanno sfoggiando, realizzano che salvo imprevisti (un meteorite che le colpisce mentre sfogliano una rivista di gossip, unico momento in cui abbassano la guardia), usciranno con l’uomo che hanno di fronte almeno altre 4 volte (non necessariamente nell’arco di 7 anni, se lui richiamerà). Non smettono di parlare neanche per un istante (sanno fare fino a 6 cose contemporaneamente) e pensano “Va beh! Gli piace la montagna ma tanto quest’estate lo porto al mare”.

    Nel loro cervello, organizzato come la cabina armadio di Carrie Bradshaw, tra il calcolo delle calorie che stanno assimilando e la “to do list” per smaltirle si insinua minaccioso il sospetto che forse in giro per il mondo c’è lo stramaledetto principe con i leggings azzurri che, disarcionato dal cavallo bianco ha battuto la testa e perso i sensi, per questo non le ha ancora trovate. Continuano a parlare e pensano “Va beh! Intanto però questo già un po’ lo amo..”

    Come previsto e argomentato con l’amica con cui sono state al telefono per sei ore, l’agitazione le coglie alle 10.23 pm. Il cuore batte forte. La salivazione diventa difficoltosa e il rossetto sembra avere la consistenza dell’intonaco di un muro. Continuano a parlare e pensano “NO! E’ zitto da 10 minuti.. mi sa che un po’ mi ama anche lui..”

    626

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN It's a chicken thing

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI