Natale 2016

Dario Fo, le frasi celebri del premio Nobel

Dario Fo, le frasi celebri del premio Nobel
da in Attori, Celebrità Italiane, Dario Fo
Ultimo aggiornamento: Martedì 29/11/2016 07:39

    90esimo compleanno di Dario Fo al Piccolo Teatro di Milano

    Questa mattina la notizia della morte di Dario Fo ha significato una grande perdita a livello culturale per il nostro paese. All’età di 90 anni si è spento nell’Ospedale di Milano “Sacco”, dove era ricoverato da alcuni giorni per una serie di complicazioni polmonari. Il grande lascito in termini culturali che ci regala il Nobel per la Letteratura Dario Fo è enorme. Un insieme di opere teatrali, di scritti, di riflessioni, di commedie. Indimenticabili i suoi monologhi con cui divulgava il suo sapere. Sempre con quell’ironia e sagacità che lo contraddistingueva, ha parlato di tantissimi temi, da quelli sociali, politici e religiosi. Vediamo di ripercorrere le frasi celebri del premio Nobel che ha regalato al mondo intero in questi 90 anni di vita. Le sue frasi sono una sorta di testamento intellettuale, ciò che ha rappresentato l’arte, la scrittura e la vita per Dario Fo, un artista a 360 gradi che non ha mai smesso di studiare, ricercare, approfondire.

    90esimo compleanno di Dario Fo al Piccolo Teatro di Milano

    “In tutta la mia vita non ho mai scritto niente per divertire e basta. Ho sempre cercato di mettere dentro i miei testi quella crepa capace di mandare in crisi le certezze, di mettere in forse le opinioni, di suscitare indignazione, di aprire un po’ le teste. Tutto il resto, la bellezza per la bellezza, non mi interessa.”

    Dario Fo cultura

    “La cultura non si può ottenere se non si conosce la propria storia”. Per sviluppare la propria coscienza è indispensabile sapere, conoscere. Lo sapeva bene Dario Fo, che non ha mai smesso di studiare e imparare.

    Chiusura campagna elettorale di Virginia Raggi

    L’ironia e la satira hanno contraddistinto la personalità di Dario Fo e le sue opere. Un ottimista secondo il quale “la Vita è una meravigliosa occasione fugace da acciuffare al volo tuffandosi dentro in allegra libertà”.

    Dario Fo risata

    Ovviamente i 90 anni del grande Dario Fo non sono stati sempre rose e fiori, però non ha mai smesso di credere alla vita e non si è mai piegato alle avversità. Per lui la risata e il sorriso avevano un valore sacro. Ricordando il padre che all’arrivo dei nazisti non sorrideva più, capì che “Quando un popolo non sa più ridere diventa pericoloso”.

    Milano, l'ultimo saluto a Franca Rame

    Franca Rame è la donna con la quale Dario Fo ha condiviso la vita e il lavoro per ben 60 anni. Il commuovente saluto che il drammaturgo fa al suo grande amore, venuta a mancare nel maggio 2013, il giorno del funerale: “c’è una regola antica nel teatro. Quando hai concluso non c’è bisogno che tu dica altra parola. Saluta e pensa che quella gente, se tu l’hai accontentata nei sentimenti e nel pensiero ti sarà riconoscente”.

    Dario Fo categoria

    E’ davvero difficile riuscire ad incasellare in una categoria Dario Fo. Scrittore è riduttivo, come lo sarebbe l’etichetta di autore teatrale. E’ stato molto di più, e lui stesso con la solita ironia non sa definirsi in una categoria, ma anzi dice: “Gli autori negano che io sia un autore. Gli attori negano che io sia un attore. Gli autori dicono: tu sei un attore che fa l’autore. Gli attori dicono: tu sei un autore che fa l’attore. Nessuno mi vuole nella sua categoria. Mi tollerano solo gli scenografi”.

    Dario Fo Veltroni Albertazzi

    “Dato che esistono oratori balbuzienti, umoristi tristi, parrucchieri calvi, potrebbero anche esistere politici onesti”. La sua ironia pungente non risparmiava nessuno e da sempre ha caratterizzato l’attività sua e quella di Franca Rame, dal teatro di denuncia che ha realizzato, all’esibizione nelle fabbriche e università occupate.

    Dario Fo ateismo

    “Se siete in crisi, vi sbattete in ginocchio e pregate il Signore, i santi e la Madonna che vi vengano a tirar fuori. Noi atei, al contrario, non ci possiamo attaccare a nessun Santissimo. Per le nostre colpe dobbiamo rivolgerci solo alla nostra coscienza”.

    1041

    Natale 2016

    PIÙ POPOLARI