NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Cura dei capelli: i pidocchi

Cura dei capelli: i pidocchi
da in Acconciature, Bambini, Capelli, Cura Capelli, bionde
Ultimo aggiornamento:

    Il problema dei pidocchi può sembrare ormai superato da tempo, eppure moltissimi bambini, frequentando le scuole, sono soggetti a questo tipo di rischio, da combattere con scrupolose cure.

    Per moltissimi adulti il ricordo dei pidocchi presi a scuola, è un’esperienza da raccontare a distanza di anni con il sorriso sulle labbra, ma a conti fatti, in fondo, non poi un problema così lontano, ma che vive ancora in tante scuole italiane.

    Se nel passato avere i pidocchi voleva dire appartenere ad una classe sociale disagiata e ad una famiglia povera in cui la cura del corpo e l’igiene non erano all’ordine del giorno, oggi i pidocchi non fanno più tante distinzioni e non dovete stupirvi su un bel giorno la vostra bella bambina bionda torna a casa con i pidocchi.

    Proprio così, perché prima di tutto, va detto che i pidocchi amano le bionde, un po’ come gli uomini! Soprattutto quelle con i capelli lisci e lunghi, da perfetti buongustai.

    Al contrario di quanto si possa pensare, poi, i pidocchi prediligono le teste lavate e ben ordinate, perché i capelli puliti semplificano loro la ricerca di nutrimento e di posti dove deporre le uova.

    La pediculosi si diffonde in maniera molto rapida e perciò è opportuno agire tempestivamente per debellare l’epidemia.

    Essi passano da una testa all’altra, nutrendosi del sangue di chi li ospita.

    Qui depongono le uova, le lendini, che necessitano di circa 7-10 giorni per schiudersi.

    All’inizio il parassita è di colore grigio, ma dopo aver succhiato il sangue muta il colore in rosso scuro e, dopo 7-10 giorni, se è femmina sarà pronto a depositare ben cento uova.

    Sebbene la durata della vita di un pidocchio si limita a trenta giorni, in questo arco di tempo può produre moltissime uova, deposte tra i capelli del bambino.

    Proprio per questo, rimuovere le uova è il modo migliore per liberarsi dai pidocchi, utilizzando un pettine per pediculosi a denti fitti e isolando tutto ciò che può favorirne la diffusione.

    Se non siete riusciti ad eliminare tutte le uova, potete aiutarvi con uno shampoo anti pidocchi specifico, sebbene questo trattamento non garantisce una riuscita al 100% e in alcuni casi contiene sostanze tossiche nocive.

    A questo punto non resta che adottare la soluzione più efficace, ovvero tagliare i capelli del vostro bambino e armarvi di un pettine e di tanta pazienza per eliminare le uova.

    Foto:

    quotidianonet.ilsole24ore.com

    www.donnamoderna.com

    www.focus.it

    494

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AcconciatureBambiniCapelliCura Capellibionde
    PIÙ POPOLARI