Crisi economica e i trentenni tornano sui libri

Crisi economica e i trentenni tornano sui libri
da in Lavoro, Mente, Scuola
Ultimo aggiornamento:

    La crisi economica mette a dura prova un pò tutti, lavoro che non si riesce a trovare, licenziamenti improvvisi, aumento del lavoro senza aumento dello stipendio, insomma i tempi sono tragici per “quasi tutti”. Ma come regiscono i ragazzi della nostra età? Beh semplice, si rimettono a studiare!

    A quanto pare per i ragazzi dai trent’anni in su il modo migliore per reagire alla crisi economica è studiare, rimboccarsi le maniche e approfondire i propri studi oppure spaziare su più campi che possono interessare più figure lavorative.

    Ormai non esistono i lavori solo tipo avvocato, medico… molti dei nuovi impieghi richiedono versatilità e spirito di iniziativa ed in questo può essere utile mostrare un curriculum ricco e interessante.

    La maggior parte delle persone che tornano sui libri hanno in media 30-35 anni, hanno un impiego fisso, frequentemente full time che gli permette di mantenersi e di poter studiare senza gravare sulla famiglia.

    In questo modo non si resta impantanati e ci si sente anche soddisfatti.

    Qual è la vostra esperienza? Credete che puntare sullo studio “da adulti” possa davvero essere un valido scudo per fronteggiare la crisi economica?

    Foto da:
    tutoring.psico.unimib.it
    www.studyinnorway.no
    derivadow.files.wordpress.com
    media-cdn.tripadvisor.com

    261

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN LavoroMenteScuola Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15/06/2016 07:40
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI