Conviventi uccisi dalle compagne: due casi a Modena e Genova

Due episodi in due giorni: donne che uccidono i loro compagni a coltellate. Il primo omicidio è avvenuto a Sampierdarena, Genova, dove l’italo-brasiliana Alessia Mendes ha ucciso a coltellate il marito Alessio Rossi nel corso di una lite. Con 10 fendenti è stato ucciso invece Claudio Palladino dalla compagna brasiliana, ex badante dei genitori.

da , il

    Conviventi uccisi dalle compagne: due casi a Modena e Genova

    Negli ultimi due giorni due donne hanno ucciso i loro compagni. Il primo omicidio è avvenuto a Genova, dove una 39enne italo-brasiliana ha accoltellato nella sua casa di via Pellegrini al Campasso di Sampierdarena il marito Alessio Rossi, 35 anni. Secondo le prime ricostruzioni sembra che all’origine del gesto ci sia stata la vendetta per le violenze subite e che fosse in corso una colluttazione. Stesso morte è toccata questa mattina ad un dirigente d’azienda 60enne a Modena, ucciso dalla compagna 50enne, che si è costituita poco dopo.

    Genova, 39enne italo-brasiliana uccide il fidanzato: “Mi picchiava sempre”

    Genova, Uomo ucciso a coltellate dalla convivente, arrestata

    Alessia Mendes, è una ballerina di lap dance italo-brasiliana, sposata con Alessio Rossi, meccanico disoccupato di 35 anni. Secondo le prime ricostruzioni, venute fuori nell’interrogatorio, all’origine di tutto ci sarebbe una lite: la donna ha affermato di essere stata più volte picchiata dal compagno e nell’ennesima discussione, prima dell’omicidio, la situazione sarebbe degenerata. “Mio marito è tornato a casa, era agitato, forse a causa di qualche cosa che si era fatto, e ha iniziato a picchiarmi, come sempre, aveva in mano un coltello e io ho capito che se non lo attaccavo io mi avrebbe ammazzato lui” ha raccontato agli inquirenti. Dunque avrebbe disarmato l’uomo e con lo stesso coltello l’avrebbe ucciso. Secondo i primi rilievi, sono almeno tre i colpi inferti sul corpo del giovane che ha provato a salvarsi scappando di casa ma è stramazzato al suolo nella tromba delle scale.

    La donna, all’arrivo della Mobile, sembra che avesse intenzione di suicidarsi gettandosi dalla finestra. Alessio Rossi era stato denunciato nell’ultimo anno e indagato due volte per maltrattamenti e lesioni nei confronti di lei. Per una prima vicenda era già stato rinviato a giudizio, mentre per il secondo episodio le indagini erano ancora in corso.

    Modena: uccide il compagno a coltellate e si costituisce

    Modena Uccide a coltellate il compagno e chiama la polizia

    Questa mattina, intorno alle 6, un uomo di 60 anni è stato ucciso con diverse coltellate a Modena, in un condominio di via Mare Adriatico, dalla compagna. E’ stata la donna a dare l’allarme alla polizia, poi si è consegnata agli agenti. La vittima è Claudio Palladino, dirigente d’azienda che viveva con la compagna brasiliana 50enne. La donna in passato era stata la badante dei suoi genitori e da qualche annoi due avevano iniziato una relazione. Palladino sarebbe stato colpito con almeno una decina di fendenti, ma non è stato ancora chiarito se tra i due c’è stata una colluttazione. Il corpo senza vita dell’uomo è stato ritrovato all’interno dell’appartamento, sito al terzo piano. Sarà l’interrogatorio a chiarire le motivazioni del gesto della donna e la dinamica.

    Due uomini uccisi a coltellate dalle loro compagne dunque in meno di 24 ore. E’ il caso di parlare di ‘maschicidio’? Il rapporto sulla criminalità redatto dal Ministero (Gli omicidi volontari: Genere della vittima secondo il genere dell’autore di omicidio commesso in Italia tra il 2004 e il 2006”), anche se datato, riportava i seguenti dati: le donne assassine uccidono nel 39% dei casi donne, e nel 61% dei casi uomini. Gli uomini assassini uccidono nel 31% dei casi donne, e nel 69% dei casi uomini. Ovviamente non è importante stabilire il triste primato, il dato preoccupante è che gli omicidi all’interno delle mura domestiche sono sempre i più frequenti.