Come vivono le donne nel (e il) nostro tempo?

Come vivono le donne nel (e il) nostro tempo?
da in Expo 2015
Ultimo aggiornamento: Martedì 28/04/2015 15:35

    come-vivono-le-donne-nel-nostro-tempo

    Come vivono le donne nel (e il) nostro tempo? La condizione femminile è mutata innegabilmente rispetto ai tempi passati quando il nostro ruolo era relegato fra le rassicuranti pareti domestiche. Essere brava madre e moglie devota erano le uniche qualità concesse e apprezzate all’interno del rigido schema patriarcale. Sistema sociale che se in Occidente ha lasciato il passo alle conquiste femminili, in altri paesi del mondo detta ancora le regole della quotidianità per molte donne, specialmente nei contesti rurali. E’ nei centri urbani che hanno trovato espressione le prime istanze femministe, oggi come ieri, perché è qui che grazie a una maggiore consapevolezza e possibilità di scambio culturale l’emancipazione si è fatta man mano strada. Ma oggi come vivono le donne nel mondo?

    sul-lavoro-troppe-differenze

    Nonostante negli ultimi anni le statistiche confermino un miglioramento nel trattamento economico delle donne, il gap tra i salari femminili e maschili è ancora notevole. Solo nell’Unione Europea la forza lavoro femminile nel 2013 guadagnava il 16% in meno rispetto alla controparte. Ma le differenze riguardano non solo i trattamenti salariali bensì l’accesso ai cosiddetti piani alti, con una minoranza di donne in posizioni manageriali. La situazione è ben diversa nei paesi in via di sviluppo dove le differenze di genere risultano ancora più marcate, anche se non mancano brillanti esempi di emancipazione professionale.

    collaborazione-domestica

    Una forbice netta separa nord e sud del mondo per quanto riguarda la collaborazione domestica in veste maschile. Se i paesi d’Oltralpe, restando in Europa, vedono un maggiore coinvolgimento degli uomini, in primis Norvegia, Danimarca e Francia, i paesi mediterranei come l’Italia sono i fanalini di coda di questo trend. Nei paesi in via di sviluppo la situazione è ancora peggiore visto che la donna ha un ruolo subalterno che la tiene ancorata al ruolo obsoleto di vestale domestica, sempre che nel frattempo non contribuisca economicamente con un lavoro sottopagato.

    donne-in-politica

    I paesi scandinavi brillano per lungimiranza anche nel campo delle presenze femminili in politica dove la percentuale di elette supera abbondantemente il 40%. Questo comporta maggiore attenzione alle problematiche femminili anche nella società, che difatti beneficia ampiamente di sostegni familiari di alto livello. L’Italia sta facendo passi avanti ma i ruoli istituzionali maggiori sono ancora detenuti dagli uomini. L’Est Europa e i paesi in via di sviluppo, salvo eccezioni, si stanno faticosamente adeguando. In via generale, la crisi ha comunque influito positivamente sull’ascesa delle donne in politica a livello internazionale, con conseguente assunzione di incarichi di potere.

    Guarda le donne che hanno combattuto per i diritti e il proprio paese

    donne-istruite

    Se un tempo alle donne era preclusa addirittura l’alfabetizzazione, oggigiorno il trend va in direzione opposta. Non c’è solo stato un affrancamento culturale ma si è passati al sorpasso nel conseguimento dell’istruzione secondaria e terziaria, come confermano gli ultimi dati relativi ai paesi Ocse. Insomma, le donne sembrano davvero essere più motivate negli studi e più propense a portarli a termine a tutto vantaggio di un successivo inserimento nei ruoli chiave della società. Il trend riguarda anche l’Italia nonostante il nostro paese continui a registrare un numero di laureati inferiore alla media europea.

    Scopri quali sono le donne più longeve, istruite e poco fertili

    diritti-delle-donne

    Le conquiste civili e sociali conseguite in anni di lotte femministe hanno permesso alle donne di fare scelte consapevoli e autonome anche in ambito privato. Se la società patriarcale aveva tutto l’interesse a limitare la libertà di scelta femminile, oggigiorno le donne con le pietre miliari del diritto al divorzio, all’aborto e al ricorso a metodi contraccettivi hanno visto schiudersi un mondo di opportunità al di fuori delle mura domestiche. Conquiste che le hanno rese più consapevoli di se stesse.

    831